A Catania 500 opere raccontano la storia del fumetto


Catania ospita Boom!!!, la mostra che racconta la storia del fumetto, da quello americano a Neopop.

Palazzo Valle di Catania ospiterà dall’1 ottobre 2019 all’1 marzo 2020 la mostra Boom!!! Dal fumetto americano al Neopop. La rassegna intende raccontare la trasformazione dei personaggi del mondo dei fumetti e ripercorrere la storia del comic americano, dalla Golden Age al primo decennio del nuovo millennio. 

Esposti oltre 500 pezzi suddivisi in nove nuclei principali che includono storie, personaggi, disegnatori della storia del fumetto, cimeli utilizzati nel cinema ed esempi di fumetto europeo e giapponese. 

Tre sono le aree espositive tematiche con originali di tavole domenicali, strisce giornaliere e pagine per comic-book, pagine a fumetti dai giornali d’epoca, albi a fumetti e poster di film americani, inglesi, francesi e italiani, cimeli di set cinematografici, proiezioni di cartoni animati e film, videogiochi, tecnologia multimediale e interattiva e circa quaranta opere uniche dei più grandi autori dell’arte contemporanea che hanno utilizzato i fumetti nel loro linguaggio, come Lichtenstein, Warhol, Murakami e molti altri artisti del Neopop contemporaeo e della street art

La mostra è curata da Maurizio Scudiero, Giuseppe Stagnitta e Giancarlo Carpi in collaborazione con Marco Grasso ed è un progetto Sicilia Musei, Italia Museo e Emergence che rientra nella programmazione di Etna Comics

Per info: www.boomcatania.it

Immagine: Copertina per Captain America Credit. Simone Bianchi

 

A Catania 500 opere raccontano la storia del fumetto
A Catania 500 opere raccontano la storia del fumetto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER