Due capolavori di Capodimonte sono esposti alla Borsa Italiana Gallery di Milano


Due capolavori del Museo e Real Bosco di Capodimonte realizzati da Claude Lorrain e dal Sassoferrato sono esposti presso la BIG-Borsa Italiana Gallery di Milano.

Dall’1 al 30 marzo 2019 sono esposti presso BIG-Borsa Italiana Gallery nell’underground di Palazzo Mezzanotte a Milano due capolavori provenienti dal Museo e Real Bosco di Capodimonte. Si tratta di Paesaggio con la Ninfa Egeria di Claude Lorrain e dell’Adorazione dei Pastori di Giovan Battista Salvi, detto il Sassoferrato: le opere sono state restaurate grazie al progetto Rivelazioni. Finance for Fine Arts che ha preso il via a giugno 2018. Nell’ambito di tale progetto sono stati restaurati otto dipinti del Museo di Capodimonte: vi hanno partecipato le aziende campane di ELITE, il programma internazionale di Borsa Italiana nato nel 2012 in collaborazione con Confindustria dedicato alle imprese con alto potenziale di crescita. Le aziende Tecno srl, D&D Italia D’Amico Spa, Protom, Cartesar, Epm, Pasell, Graded, Pasell, TEMI hanno partecipato al restauro delle tele e hanno vinto, a dicembre 2018, il prestigioso premio “Mecenati del XXI secolo 2018” ideato da pptArt per identificare, valorizzare e promuovere le eccellenze del mecenatismo istituzionale, aziendale e privato a livello internazionale.

Il Paesaggio con la Ninfa Egeria raffigura la ninfa mentre riceve la notizia della morte di suo marito Numa Pompilio. Il dipinto è ambientato in un paesaggio immaginario ispirato al lago Nemi, nelle terre feudali della famiglia Colonna, la quale commissionò nel 1669 l’opera. Questa apparteneva nell’Ottocento alle collezioni borboniche: venne acquistato per volontà di re Ferdinando IV Borbone.
L’Adorazione dei Pastori del Sassoferrato venne acquistato nel 1848 dai Borbone ed è l’unico dipinto dell’artista presente nelle collezioni del Sud Italia. Notevole è la dolcezza che traspare dalla figura della Vergine.

“Le nostre opere d’arte sono i veri ambasciatori del Museo e Real Bosco di Capodimonte e il Progetto Rivelazioni con Borsa Italiana è la dimostrazione che la collaborazione istituzionale fa bene alla cultura e ai musei, così come è fondamentale il continuo dialogo con le imprese per un vero mecenatismo del XXI secolo” ha affermato il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, Sylvain Bellenger.

Immagine: Giovan Battista Salvi, detto il Sassoferrato, Adorazione dei Pastori (1630-1685 circa; olio su tela, 134 x 99 cm; Napoli, Museo di Capodimonte)

 

Due capolavori di Capodimonte sono esposti alla Borsa Italiana Gallery di Milano
Due capolavori di Capodimonte sono esposti alla Borsa Italiana Gallery di Milano


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER