Da Kandinsky a Botero, a Venezia in mostra cento arazzi per una mostra inedita. Le foto


A Venezia, a Palazzo Zaguri, dal 1° novembre 2018 al 1° maggio 2019, è in programma la mostra “Da Kandinsky a Botero tutti in un filo” straordinari arazzi da opere di grandi maestri.

S’intitola Da Kandinsky a Botero tutti in un filo la mostra che, dal 1° novembre 2018 al 1° maggio 2019, prende vita negli spazi di Palazzo Zaguri a Venezia. Si tratta di una mostra inedita, un evento internazionale che espone decine di arazzi realizzati a partire da opere di grandi artisti del Novecento e contemporanei (Vasilij Kandinskij, Paul Klee, Giorgio De Chirico, Henri Matisse, Joan Miró, Andy Warhol, Fernando Botero), esposti sui quattro piani del palazzo. La maggior parte degli arazzi proviene da una delle ultime arazzerie d’Italia, la manifattura fondata nel 1960 da Ugo Scassa, che ebbe sempre il sogno, purtroppo mai realizzato quando fu in vita, di vedere i suoi arazzi esposti a Venezia. La rassegna di Palazzo Zaguri rappresenta l’occasione per coronare questo sogno: si tratta di manufatti tessuti a mano che, promettono gli organizzatori, riusciranno a catturare i visitatori per la finezza dell’ordito, e la capacità di rievocare i colori dei grandi maestri.

“Una mostra unica al mondo”, si legge nella presentazione, “un evento internazionale in prima assoluta. Un importante progetto culturale, nato dal desiderio di raccontare l’avventura dell’arte che rinnova sé stessa, tramite il disegno, la tradizione e l’innovazione, la mostra presenterà straordinarie opere, realizzate durante tutto l’arco del Novecento, muovendosi sempre tra ricerca e sperimentazione. Non mancheranno vere e proprie scoperte, opere presentate al pubblico per la prima volta, contaminando valori e suggerendo un dialogo ricco e vivace con la presentazione di opere di importanti artisti contemporanei, selezionati per creare una continuità artistica al di là del materiale e del tempo. La mostra Da Kandinsky a Botero tutti in filo si presenta dunque come un grande momento espositivo, in cui la scultura, la pittura e il disegno antico e moderno, testimonieranno a piena voce che l’Arte è davvero un filo ininterrotto”.

Ci sarà poi anche un momento di... rievocazione: dal momento che molti arazzi della manifattura Scassa decoravano i saloni delle feste delle grandi turbonavi italiane, dalla Leonardo alla Michelangelo passando per la Raffaello, lo scintillante mondo dei viaggi transoceanici sarà riportato in vita da proiezioni che mostreranno al pubblico immagini del film La leggenda del pianista sull’oceano, così che percezione visiva e uditiva traportino il visitatore in mezzo al mare, in un clima fiabesco e quasi surreale. Inoltre, il percorso sarà scandito dalla narrazione di Vittorio Sgarbi, che sarà la voce delle audioguide gratuite che condurranno il visitatore in un percorso che mescola arte, artigianato di bottega e scuola, antiche tradizioni e, ovviamente, storia. Anche la sede espositiva si lega infatti alla storia del tessuto: Palazzo Zaguri fu eretto tra il XIV e il XV secolo per volontà della famiglia Pasqualini, famosi commercianti della seta. Dunque, sono proprio le trame e gli orditi, i protagonisti di questa inedita mostra che unisce storia e attualità.

“Cento opere d’arte pronte a dialogare con 47 arazzi provenienti dalla manifattura Scassa”, dichiara la curatrice, Donatella Avanzo. “Gli arazzi sono oggi custoditi nell’arazzeria e in importanti gallerie e istituzioni. Giungono qui a Venezia per trovare posto in un magnifico Palazzo che è Palazzo Zaguri. Una mostra che mette a confronto gli artisti di oggi insieme agli arazzi di ieri, gli arazzi famosi del Novecento”.

La mostra apre tutti i giorni (tranne il lunedì, giorno di chiusura) dalle 10 alle 18 (la biglietteria chiude alle 17). I biglietti: intero con audioguida 16 euro, ridotto con audioguida 14 euro (per invalidi, over 65, studenti, insegnanti e residenti a Venezia), ridotto bambini 12 euro (dai 6 ai 14 anni), ridotto gruppi 12 euro (almeno 10 persone), gratis per bambini fino a 5 anni e accompagnatori di diversamente abili non autosufficienti. Per tutte le info è possibile visitare il sito della mostra, oppure il sito di Palazzo Zaguri.

Di seguito, una selezione degli arazzi in mostra.

Vasilij Kandinskij, Schizzo per Composizione II
Vasilij Kandinskij, Schizzo per Composizione II


Paul Klee, Fiori notturni
Paul Klee, Fiori notturni


Henri Matisse, Danzatrice creola
Henri Matisse, Danzatrice creola


Giorgio De Chirico, La Torre rossa
Giorgio De Chirico, La Torre rossa


Corrado Cagli, La caccia
Corrado Cagli, La caccia


Joan Miró, Composizione
Joan Miró, Composizione


Renzo Piano, Kansai
Renzo Piano, Kansai

Da Kandinsky a Botero, a Venezia in mostra cento arazzi per una mostra inedita. Le foto
Da Kandinsky a Botero, a Venezia in mostra cento arazzi per una mostra inedita. Le foto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER