A Lucca una mostra al femminile dedicata alla visual poetry


Every letter is a love letter: a Lucca una mostra tutta al femminile indaga la visual poetry e la scrittura intima.

A Lucca, Terzopiano arte contemporanea presenta fino al 26 gennaio 2020 la mostra dal titolo Every letter is a love letter. Questa si propone come una rassegna transgenerazionale declinate al femminile e dedicata alla visual poetry che pone al centro la scrittura intima, l’esperienza del fuori tema e di tutto ciò che è ai margini delle narrative ufficiali. 

Curata da Alessandra Poggianti ed Elvira Vannini, la mostra espone opere di tre artiste: Anna Oberto, Marcela Moraga e Clarissa Falco; il titolo dell’esposizione rimanda al romanzo di Chris Kraus, I Love Dick, pubblicato per la prima volta nel 1997, in cui la protagonista dà voce ai suoi sentimenti e alle sue frustrazioni mediante lettere indirizzate a un uomo, con la complicità del marito. 

Every letter is a love letter prende il via con Anna Oberto (Ajaccio, 1934), una delle principali esponenti dello scenario verbo-visuale italiano: la sua arte si focalizza infatti sul linguaggio e sulla scrittura. Già nel Manifesto Femminista Anaculturale, redatto nel dicembre 1971, l’artista si focalizzava sulla questione della scrittura femminile, soprattutto quella privata: “Liberiamo il linguaggio e libereremo la donna!” insieme alla possibilità di sperimentare una scrittura abitata dal “femminile”. Nelle sue tavole e collage la scrittura è a mano e intende contrastare la grammatica, l’alfabeto e la cultura patriarcale, attraverso un linguaggio femminilizzato. 

Si prosegue con Clarissa Falco (Genova, 1995) che presenta lavori incentrati sull’idea di corpo: corpi come “macchine desideranti”, privati delle proprie sembianze per diventare ingranaggi o parti meccaniche. Il corpo femminile diviene quindi nelle sue opere un insieme di elementi industriali. 

Infine, Marcela Moraga (San Fernando, 1975) intende trasmettere, attraverso i suoi tessuti andini, i tratti essenziali della vita di una società. Al centro della comunità andina è infatti la tradizione della tessitura: i tessuti divengono la superficie su cui le donne esprimono la loro cultura, la loro storia e i loro valori. L’artista cilena interviene su diversi tessuti con feltro e ricami per raccontare un’altra storia, ovvero quella sui processi di estrazione dei minerali nella catena montuosa andina, causa della contaminazione e della siccità delle acque e dei conseguenti problemi sociali ed econimici che colpiscono gli indigeni. Per la prima volta viene presentata la serie completa con l’aggiunta di due nuovi lavori realizzati in Toscana. 

La mostra è visitabile su prenotazione contattando il numero +39 3487252628.

Nell’immagine, un’opera di Anna Oberto.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraEvery letter is a love letter
CittàLucca
SedeTerzopiano arte contemporanea
DateDal 16/11/2019 al 26/01/2020
TemiNovecento

A Lucca una mostra al femminile dedicata alla visual poetry
A Lucca una mostra al femminile dedicata alla visual poetry


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma