Dipingere con il vino. A Firenze la nuova personale di Elisabetta Rogai


Dal 25 maggio al 25 giugno 2022 La Loggia di Piazzale Michelangelo a Firenze accoglie la nuova personale di Elisabetta Rogai, artista fiorentina della pittura su tela denim e della Enoarte, la pittura col vino. 

Elisabetta Rogai, tra le artiste contemporanee toscane più note a livello nazionale e internazionale, torna protagonista di una mostra a Firenze dopo la personale nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio: a La Loggia di Piazzale Michelangelo sarà infatti inaugurata il 25 maggio la nuova personale della pittrice fiorentina dal titolo Sliding doors, aperta al pubblico fino al 25 giugno 2022 a ingresso libero.

Saranno esposti circa quaranta dipinti compiuti in un decennio di arte che riassumono le tecniche utilizzate dall’artista: dalla pittura su tela denim a quella tradizionale a olio, fino ai quadri realizzati con la Enoarte, la pittura col vino, oppure con il vino e colori a olio. Dal 2011 la pittrice con la sua Enoarte è riuscita a incentivare l’incontro tra pittura ed enologia. Dipinge infatti usando esclusivamente vino rosso al posto del colore: sulla tavolozza il vino diventa arte grazie alla tecnica di fissaggio naturale adottata dall’artista, cioè i colori non sbiadiscono oltre una certa soglia. Dunque il vino invecchia sulla tela passando dalle cromie tipicamente giovanili a quelle caratteristiche della maturità. Di norma, in cantina questo processo richiede diversi anni, mentre sulla tela la trasformazione della nuance si avvia già dopo un mese e si completa nei mesi successivi. Per Sliding doors Elisabetta Rogai proporrà diverse collezioni: i fiori dipinti su tela denim; le immagini femminili con donne eleganti, sofisticate, sportive, a cui si aggiungono quelle più recenti, dipinte su tavola e recanti dietro un codice a barre come se tutto fosse codificato secondo regole di mercato; e poi i cavalli, soggetto frequente da anni nella sua arte.

“Partendo dal presupposto che abbiamo tutti desiderio di cose belle ed essere ottimisti”, ha dichiarato l’artista, “ho pensato a porte scorrevoli, al di là delle quali possiamo trovare cose diverse e positive dopo due anni di pandemia, poi la guerra e adesso perfino queste scosse di terremoto che hanno seminato il panico. Ecco, con la mia arte vorrei trasmettere questo bisogno di tornare a guardare alla vita con fiducia”.

Sostenuta dal Podere Fortuna di Cafaggiolo (Barberino di Mugello), Tiziana Petracchi (Private Advisor Santandrea Luxury Houses), Chianti Banca, Allianz Assicurazioni, Bartolacci Design, Macuz e Malva, la mostra rappresenta il primo impegno artistico di Elisabetta Rogai per il 2022, che ha rinunciato alle già programmate esposizioni di Mosca e San Pietroburgo a causa dell’invasione russa dell’Ucraina.

Orari: Tutti i giorni dalle 11 alle 23. Ingresso libero.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraSliding doors
CittàFirenze
SedeLa Loggia di Piazzale Michelangelo
DateDal 25/05/2022 al 25/06/2022
ArtistiElisabetta Rogai
TemiArte contemporanea, Firenze

Dipingere con il vino. A Firenze la nuova personale di Elisabetta Rogai
Dipingere con il vino. A Firenze la nuova personale di Elisabetta Rogai


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Al Teatro dell'Architettura di Mendrisio va in scena l'arte di Koen Vanmechelen
Al Teatro dell'Architettura di Mendrisio va in scena l'arte di Koen Vanmechelen
Le prospettive settecentesche di Antonio Joli sono in mostra da BPER Banca a Modena
Le prospettive settecentesche di Antonio Joli sono in mostra da BPER Banca a Modena
Alla Galleria Bianconi la doppia personale di Szilvia Bolla e Gioia Di Girolamo sulla corporeità femminile
Alla Galleria Bianconi la doppia personale di Szilvia Bolla e Gioia Di Girolamo sulla corporeità femminile
A Cremona in mostra la vera origine della street art: Keith Haring e Paolo Buggiani
A Cremona in mostra la vera origine della street art: Keith Haring e Paolo Buggiani
Roma, il Museo Crocetti ospita gli “Arcani” di Fabrizio Sannicandro
Roma, il Museo Crocetti ospita gli “Arcani” di Fabrizio Sannicandro
A Camerino la prima mostra dopo il sisma del 2016. A Palazzo Castelli le opere recuperate
A Camerino la prima mostra dopo il sisma del 2016. A Palazzo Castelli le opere recuperate