A Firenze una mostra dedicata al Ratto di Polissena di Pio Fedi


Dal 24 novembre 2018 al 10 marzo 2019, Firenze dedica una mostra a un capolavoro di metà Ottocento: il Ratto di Polissena di Pio Fedi.

Dal 24 novembre 2018 al 10 marzo 2019, gli Uffizi dedicano una mostra a uno dei capolavori dell’arte di metà Ottocento: il Ratto di Polissena scolpito da Pio Fedi (Viterbo, 1816 - Firenze, 1892). Un’opera tanto importante che, come ricordava la scrittrice e attrice americana Anna Cora Ritchie, i fiorentini rivolgevano la domanda “have you seen Fedi’s group?” ai visitatori stranieri giunti a Firenze tra la primavera e l’estate del 1865. In quel periodo Firenze, da sede del Granducato di Toscana, diventava capitale del nuovo Regno d’Italia: per celebrare la sua ascesa, erano in corso spettacolari festeggiamenti nazionali dedicati a Dante Alighieri. Nel mese di maggio, in concomitanza con l’inaugurazione in Piazza Santa Croce della statua del “Sommo Poeta”, Pio Fedi, nel suo studio di via de’ Serragli, svelava al pubblico il colossale gruppo in marmo del Ratto di Polissena, oggi a fianco di Cellini e Giambologna nella splendida Loggia dei Lanzi di piazza della Signoria.

La mostra degli Uffizi, intitolata Il Ratto di Polissena - Pio Fedi scultore classico negli anni di Firenze Capitale, curata da Simonella Condemi ed Elena Marconi, si propone di rievocare quel suggestivo allestimento voluto dall’artista nel suo studio: così, nel raccolto e raffinato ambiente della Sala del Camino saranno esposti bozzetti in argilla e alcuni disegni preparatori per il gruppo marmoreo, a ricostruire le tappe di un percorso difficile e complesso per giungere alla redazione finale del gruppo monumentale, destinato a decretare la gloria di Pio Fedi in Italia e all’estero.

Questa piccola mostra sarà l’occasione di ammirare opere non sempre esposte insieme ad un prezioso nuovo acquisto per le collezioni delle Gallerie, e consentirà di mettere Pio Fedi nella luce che merita: la sua fama è infatti legata, oltre che al Ratto di Polissena nella cornice di piazza della Signoria, alla figura della Libertà raggiata per il Monumento funebre a Giovanni Battista Niccolini nella basilica di Santa Croce, che servì da ispirazione allo scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi per la sua Statua della Libertà, celeberrimo simbolo della città di New York.

Nel grandioso gruppo scultoreo della Loggia dei Lanzi l’immagine dell’indifesa Polissena, in preda alla violenza vendicatrice di Pirro che sta per ucciderla, è eletta a simbolo delle donne che in ogni epoca hanno subito la brutalità degli uomini: in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, gli Uffizi organizzano per Domenica 25 una conversazione con la professoressa Valeria Andò dal titolo “Una violenza bestiale. Modelli dell’umano nella poesia, nella produzione letteraria e nella rappresentazione plastica dei temi propri dell’epica e della drammaturgia antica”.

Per tutte le informazioni potete cliccare questo link.

Nell’immagine: Pio Fedi, Ratto di Polissena (1850-1855; Firenze, Loggia dei Lanzi)

A Firenze una mostra dedicata al Ratto di Polissena di Pio Fedi
A Firenze una mostra dedicata al Ratto di Polissena di Pio Fedi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER