Alla Fondazione Magnani-Rocca tutta l'arte di Lucio Fontana in una mostra-autoritratto


La Fondazione Magnani-Rocca ospita nella Villa dei Capolavori dal 12 marzo al 3 luglio 2022 la mostra "Lucio Fontana. Autoritratto", prendendo spunto dall’intervista del 1969 di Carla Lonzi all’artista 

Dal 12 marzo al 3 luglio 2022 la Fondazione Magnani-Rocca di Mamiano di Traversetolo (Parma), presso la Villa dei Capolavori, presenta la mostra Lucio Fontana. Autoritratto, a cura di Walter Guadagnini, Gaspare Luigi Marcone e Stefano Roffi.

La rassegna prende spunto dal rapporto tra Lucio Fontana (Rosario di Santa Fè, 1899 – Comabbio, 1968) e la storica dell’arte Carla Lonzi (Firenze, 1931 – Milano, 1982), allieva di Roberto Longhi, la quale ha rivoluzionato l’idea della critica militante con il suo volume di interviste Autoritratto. Accardi Alviani Castellani Consagra Fabro Fontana Kounellis Nigro Paolini Pascali Rotella Scarpitta Turcato Twombly edito da De Donato, Bari, nel 1969. Il volume raccoglie interviste ad artisti in cui ognuno parla in prima persona, esponendo riflessioni sulle proprie ricerche, sul sistema dell’arte nonché sulla propria vita privata. Emerge così l’idea di partecipazione e di complicità tra il critico e l’artista, che scardina la visione della critica ufficiale del tempo, con giudizi molto schietti da parte di Fontana su grandi artisti come Jackson Pollock e Robert Rauschenberg.

Nella mostra alla Villa dei Capolavori saranno esposte circa cinquanta opere che seguiranno narrativamente la conversazione tra Fontana e Lonzi. Un percorso antologico con lavori che rappresentano i momenti principali della ricerca fontaniana. Sarano quindi presenti opere di vari periodi, dalle sculture degli anni Trenta ai Concetti spaziali dagli anni Quaranta ai Sessanta, oltre ai Teatrini e alle Nature bronzee; e ancora, l’enorme New York 10 del 1962, pannelli di rame con lacerazioni e graffiti, in dialogo con la luce a evocare la sfavillante modernità della metropoli, e La fine di Dio del 1963, grande opera realizzata a olio, squarci, buchi, graffiti e lustrini su tela. Il percorso espositivo si chiude con opere di Enrico Baj, Alberto Burri, Enrico Castellani, Luciano Fabro, Piero Manzoni, Giulio Paolini, Paolo Scheggi, provenienti dalla collezione personale di Fontana. Particolarmente suggestive le serie fotografiche scattate da Ugo Mulas a Fontana, del quale sono esposte anche due opere appartenute al grande fotografo; di una di esse è esposta la documentazione fotografica dell’intera genesi, dal primo “buco” all’opera compiuta.

Inoltre è stato possibile recuperare il file audio della conversazione originale e integrale, dove si può ascoltare la voce di Fontana che parla del suo lavoro, della sua vita d’artista, della sua attività di collezionista ma anche di esperienze e avventure quotidiane (Lonzi pubblicherà nel volume del 1969 solo una parte della lunga intervista). Le parole di Fontana saranno utilizzate sia come installazione sonora sia come filo narrativo lungo tutto il percorso della mostra.

Un importante nucleo delle opere esposte proviene dalla Fondazione Lucio Fontana di Milano; altre sono in prestito dal Mart, dal Museo Novecento di Firenze, dallo CSAC Università di Parma, dalla Collezione Intesa Sanpaolo, dal Patrimonio Artistico del Gruppo Unipol, dalla Collezione Barilla di Arte Moderna, dall’Archivio Ugo Mulas, dalla Biblioteca Fondazione Cariparma, Donazione Corrado Mingardi e da altri prestigiosi archivi e collezioni private.

La mostra è realizzata grazie al contributo di Fondazione Cariparma, Crédit Agricole Italia.

Per maggiori info: www.magnanirocca.it

Orari: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 18; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19. Chiuso il lunedì.

Lucio Fontana, Concetto spaziale, New York 10 (1962; lacerazioni e graffiti su rame, 234 x 94 cm (ogni pannello); Milano, Fondazione Lucio Fontana). © Fondazione Lucio Fontana, by SIAE 2022

Alla Fondazione Magnani-Rocca tutta l'arte di Lucio Fontana in una mostra-autoritratto
Alla Fondazione Magnani-Rocca tutta l'arte di Lucio Fontana in una mostra-autoritratto


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Da sessant'anni Villa Adriana è raccontata dal cinema. Una mostra indaga sul tema
Da sessant'anni Villa Adriana è raccontata dal cinema. Una mostra indaga sul tema
Basilica palladiana: “Chiudiamo una mostra, ma continuiamo con un progetto importante”
Basilica palladiana: “Chiudiamo una mostra, ma continuiamo con un progetto importante”
Caprese, le sculture di Michelangelo Galliani alla Casa Natale di Michelangelo Buonarroti
Caprese, le sculture di Michelangelo Galliani alla Casa Natale di Michelangelo Buonarroti
Le maschere arcaiche della Basilicata sono in mostra alla Casina delle Civette di Roma
Le maschere arcaiche della Basilicata sono in mostra alla Casina delle Civette di Roma
Al British Museum la più grande mostra su Stonehenge
Al British Museum la più grande mostra su Stonehenge
Embodied thought, 19 artisti per il progetto online della Galleria Poggiali
Embodied thought, 19 artisti per il progetto online della Galleria Poggiali