Alla Fondazione Magnani-Rocca in mostra i ritratti di Modigliani da Grenoble


Alla Fondazione Magnani-Rocca saranno in mostra sei ritratti realizzati da Modigliani conservati al Musée de Grenoble.

La Fondazione Magnani-Rocca di Mamiano di Traversetolo ospita dal 27 marzo al 4 luglio 2021 la mostra Modigliani, Opere dal Musée de Grenoble, in occasione della quale saranno esposte sei opere di Amedeo Modigliani: il dipinto Femme au col blanc del 1917, che raffigura Lunia Czechowska, moglie dell’amico d’infanzia di Léopold Zborowski, mercante d’arte e mecenate di Modigliani, e cinque ritratti a matita di personaggi di Parigi degli anni Dieci, dove Modigliani si trasferì lasciando la sua Livorno e dove fu al centro della scena artistica, al tempo all’avanguardia internazionale. 

Le opere esposte grazie alla collaborazione con il Musée de Grenoble intendono far comprendere al pubblico il rapporto fra disegno e pittura in Modigliani e far conoscere i principali riferimenti culturali dal punto di vista di ritrattista

Per Modigliani il ritratto rappresenta l’unico mezzo espressivo possibile del furore creativo dell’artista, nonché il vitale strumento di esternazione dell’ansia d’intrecciare uno scambio relazionale con altri esseri. Partendo dal fascino per l’essenzialità stilistica della tradizione trecentesca e quattrocentesca senese, per le qualità plastiche della scultura e per la stilizzazione del tratto grafico, Modigliani elabora una concezione originale del ritratto, tenendo conto anche dell’insegnamento di Paul Cézanne e delle maschere africane. In mostra saranno presenti importanti esempi della pittura senese e cezanniana e una maschera africana per far comprendere meglio le influenze artistiche. 

I capolavori dell’arte francese del periodo in cui l’artista visse e operò, che fanno parte delle raccolte della Fondazione Magnani-Rocca (oltre a Cézanne, anche Renoir, Monet, Matisse e Braque, ma anche l’italiano Severini), offriranno al pubblico una visione ampia della scena artistica del’epoca.

Oltre che grande pittore, Modigliani fu grande disegnatore, in grado di catturare la sensibilità e la psicologia dei soggetti ritratti attraverso un tratto volumetrico e bidimensionale allo stesso tempo. I suoi ritratti esprimono le qualità più intime dei soggetti, come uno specchio interiore. I suoi ritratti femminili sono i maggiori esempi della sua sensibilità artistica: i tratti delicati, i colli affusolati ed eleganti sono divenuti identificativi dell’arte stessa del pittore e la Femme au col blanc ne è uno splendido esempio. 

La mostra è a cura di Stefano Roffi con la collaborazione di Alice Ensabella.

Per info: www.magnanirocca.it

Orari: Mercoledì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 18; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19. 

Biglietti: 12 euro.

Nell’immagine: Amedeo Modigliani, Femme au col blanc, dettaglio (1917; olio su tela)

Alla Fondazione Magnani-Rocca in mostra i ritratti di Modigliani da Grenoble
Alla Fondazione Magnani-Rocca in mostra i ritratti di Modigliani da Grenoble


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma