Gabriele Basilico e i suoi scatti dedicati alla città e al territorio in mostra ad Aosta


Il Museo Archeologico Regionale di Aosta ospiterà dal 28 aprile al 23 settembre 2018 una mostra dedicata a Gabriele Basilico e ai suoi scatti.

Duecento fotografie, tra cui un’ampia selezione di scatti dedicati alla Valle d’Aosta, realizzate dal grande fotografo Gabriele Basilico (Milano, 1944-2013) costituiranno la rassegna fotografica "Gabriele Basilico. La città e il territorio" che sarà allestita presso il Museo Archeologico Regionale di Aosta dal 28 aprile al 23 settembre 2018.

Il percorso espositivo suddiviso per nuclei di ricerca parte da Milano Ritratti di fabbriche, progetto realizzato tra il 1978 e il 1980 dal quale ha preso il via l’indagine sulle città del mondo.
Seguono immagini a colori inedite di Beirut ricostruita (2011) e di alcune metropoli del mondo come Shanghai, Rio de Janeiro, Istanbul, Mosca.
Una parte cospicua degli scatti esposti proviene dalla collaborazione con Stefano Boeri per la Biennale di Architettura di Venezia del 1998: Sezioni del paesaggio italiano.

Presente inoltre un’indagine compiuta in collaborazione con l’architetto Luigi Snozzi a Monte Carasso (1996), alla periferia di Bellinzona, che mostra la trasformazione della città grazie agli interventi di Snozzi. E ancora immagini di paesaggio realizzate in varie occasioni, tra cui quelle per l’incarico della Mission Photographique de la DATAR in Francia (1984-85). 

Saranno proiettati anche alcuni video dedicati a Basilico.

Orari: Dalle 9 alle 19.

Biglietti: Intero 6 euro, ridotto 4 euro.

Immagine: Gabriele Basilico, dalla serie 1991 Valle d’Aosta.

Gabriele Basilico e i suoi scatti dedicati alla città e al territorio in mostra ad Aosta
Gabriele Basilico e i suoi scatti dedicati alla città e al territorio in mostra ad Aosta


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER