Body positivity e body shaming: una mostra riflette su questi temi attraverso opere del '900 e contemporanee


A Reggio Emilia la Galleria de’ Bonis riflette sul concetto di bellezza e sul body shaming con la mostra collettiva Il corpo non mente: artisti storici del Novecento sono posti in dialogo con artisti contemporanei. 

Dal 26 febbraio al 16 aprile 2022 la Galleria de’ Bonis di Reggio Emilia presenta la mostra collettiva Il corpo non mente. L’anima oltre il corpo nella pittura moderna.

Importanti artisti del Novecento saranno coinvolti attraverso le loro opere nella rassegna, quali Renato Guttuso, Fausto Pirandello, Mario Tozzi, Emilio Greco, Franco Rognoni e Alberto Manfredi, insieme ad artisti contemporanei, come Nicola Samorì, Hyena e Massimo Lagrotteria. Sono opere che raffigurano corpi imperfetti, asimmetrici e disarmonici; corpi veri, carnali e reali.

Un primo livello di lettura di queste opere rimanda alla body positivity, invitando l’osservatore a rivedere il concetto stesso di bello e a chiedersi se l’arte debba sempre essere fonte di bellezza e, soprattutto, di quale modello di bellezza. Un secondo livello di lettura, più profondo, intende condurre invece a comprendere come questi corpi siano un accesso all’anima: il corpo inteso come veicolo per far trasparire le emozioni.

“La differenza tra le immagini femminili che vediamo oggi e quelle che animano questa mostra”, spiegano i galleristi Stanislao de’ Bonis e Margherita Fontanesi, "sta nel fatto che il modello estetico femminile attuale è creato dal mondo della moda e del consumismo ed è dunque oggettivato e spesso sessualizzato per vendere un prodotto. Il modo di ritrarre le donne di questi artisti, invece, non le riduce a oggetto, a bene di consumo o a proprietà, ma cerca di capirne l’essenza, avvicinando in questo l’arte alla maggior parte delle tradizioni spirituali".

Durante l’intero periodo di apertura della mostra sono previste interviste a professionisti del mondo dell’arte, della moda, delle scienze umane e sociali, della politica e dell’imprenditoria, che si confronteranno con i galleristi sul tema della rassegna partendo dalle opere esposte. Le interviste saranno pubblicate sul sito della Galleria e trasmesse sui canali social.

Per maggiori info: www.galleriadebonis.com

Orari: Da martedì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19; giovedì dalle 10 alle 13. Ingresso gratuito.

Immagine: Nicola Samorì, Testa (2007; tecnica mista su carta, 50 x 70 cm circa)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostra Il corpo non mente. L'anima oltre il corpo nella pittura moderna
CittàReggio Emilia
SedeGalleria de' Bonis
DateDal 26/02/2022 al 16/04/2022
ArtistiNicola Samorì, Fausto Pirandello, Renato Guttuso, Mario Tozzi, Massimo Lagrotteria, Emilio Greco, Franco Rognoni, Alberto Manfredi, Hyena
TemiNovecento, Arte contemporanea, Reggio Emilia

Body positivity e body shaming: una mostra riflette su questi temi attraverso opere del '900 e contemporanee
Body positivity e body shaming: una mostra riflette su questi temi attraverso opere del '900 e contemporanee


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


A Venezia e Milano, Roman Opałka è protagonista di una mostra in due capitoli
A Venezia e Milano, Roman Opałka è protagonista di una mostra in due capitoli
Sguardi genovesi da Cambiaso a Magnasco: il ritratto a Genova è in mostra a Palazzo della Meridiana
Sguardi genovesi da Cambiaso a Magnasco: il ritratto a Genova è in mostra a Palazzo della Meridiana
La montagna raccontata nei dipinti tra Ottocento e Novecento. Una mostra a Conegliano
La montagna raccontata nei dipinti tra Ottocento e Novecento. Una mostra a Conegliano
Milano, l'arte non si ferma. La proposta di Fabbrica EOS per la personale di Davide Bramante
Milano, l'arte non si ferma. La proposta di Fabbrica EOS per la personale di Davide Bramante
A Gubbio una mostra tutta su Ottaviano Nelli, grande maestro del '400 umbro
A Gubbio una mostra tutta su Ottaviano Nelli, grande maestro del '400 umbro
Bologna dedica un'antologica a Boldini per il 90° anniversario della sua scomparsa
Bologna dedica un'antologica a Boldini per il 90° anniversario della sua scomparsa