Sul territorio torinese una mostra dedicata a Giacomo Grosso


Fino al 28 gennaio è visitabile in quattro sedi sul territorio piemontese una mostra dedicata a Giacomo Grosso.

Fino al 28 gennaio è aperta al pubblico una mostra dedicata a Giacomo Grosso, pittore piemontese tra Ottocento e Novecento che espose le sue opere in rassegne nazionali e internazionali.

L’esposizione è suddivisa in quattro sedi nel territorio torinese: la Pinacoteca dell’Accademia Albertina, il Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto, Palazzo Madama e il Palazzo comunale di Cambiano.

Ognuna di queste sedi propone un percorso diverso al fine di far conoscere al pubblico i vari aspetti dell’artista: al Museo Accorsi-Ometto il percorso espositivo è dedicato ai grandi ritratti, in particolare personalità della cultura e signore dell’aristocrazia e dell’alta borghesia. A Palazzo Madama è esposta nel Cortile Medievale, all’interno della “Cornice d’alcova” di Grosso, la sua Ninfea realizzata nel 1907.
Presso la Pinacoteca dell’Accademia Albertina, oltre all’autoritratto, sono esposti paesaggi, nature morte, nudi femminili, tra cui "La nuda“ del 1896, mentre al Palazzo comunale di Cambiano sono esposti studi giovanili e opere che ripercorrono l’attività artistica di Grosso, tra cui spicca ”Il Pater Noster" del 1934.

"Giacomo Grosso. Una stagione tra pittura e Accademia" è curata da Angelo Mistrangelo ed è promossa e organizzata dall’Accademia Albertina di Belle Arti e dal Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto.

Per info: Fondazione Accorsi-Ometto
Palazzo Madama
Accademia Albertina
Palazzo comunale di Cambiano

Orari e biglietti.
Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto: da martedì a venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19. Chiuso il lunedì. Intero 8 euro, ridotto 6 euro.

Palazzo Madama: Tutti i giorni dalle 10 alle 18. Chiuso il martedì.
Intero 12 euro, ridotto 10 euro.

Accademia Albertina: da lunedì a domenica e festivi dalle 10 alle 18. Chiuso il mercoledì. Intero 5 euro, ridotto 3 euro.

Palazzo Comunale di Cambiano: da martedì a venerdì dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. Chiuso il lunedì.

Immagine: Giacomo Grosso, Ritratto femminile (1929; olio su tela, 175 x 100 cm; collezione privata)

 

Informazioni sulla mostra

CittàTorino
Sedesedi varie
DateDal 30/11/-0001 al 30/11/-0001
ArtistiGiacomo Rosso
TemiOttocento e Novecento

Sul territorio torinese una mostra dedicata a Giacomo Grosso
Sul territorio torinese una mostra dedicata a Giacomo Grosso


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Il Musée d'Orsay dedica una grande retrospettiva ai periodi blu e rosa di Picasso
Il Musée d'Orsay dedica una grande retrospettiva ai periodi blu e rosa di Picasso
Luca Piovaccari in mostra al Palazzo Ducale di Massa
Luca Piovaccari in mostra al Palazzo Ducale di Massa
Il Tintoretto di David Bowie tornerà a Venezia nel 2019
Il Tintoretto di David Bowie tornerà a Venezia nel 2019
La Val d'Aosta scolpita e fotografata. Le opere di Stefano Venturini e Ladislao Mastella in mostra
La Val d'Aosta scolpita e fotografata. Le opere di Stefano Venturini e Ladislao Mastella in mostra
A Venezia apre Homo Faber, una grande mostra sulla creatività e sull'artigianato artistico
A Venezia apre Homo Faber, una grande mostra sulla creatività e sull'artigianato artistico
A sessant'anni dalla sua prima personale, Roma omaggia l'arte di Ennio Calabria
A sessant'anni dalla sua prima personale, Roma omaggia l'arte di Ennio Calabria