A Gubbio in mostra le ceramiche ottocentesche di Giuseppe Magni


Si è aperta a Gubbio la mostra ’Giuseppe Magni e la maiolica italiana dello storicismo’, dedicata al ceramista umbro e ad altri grandi manifatture dell’epoca.

Ha preso il via al Palazzo Ducale di Gubbio la mostra Giuseppe Magni e la maiolica italiana dello Storicismo, dedicata alla figura di Giuseppe Magni (Gubbio, 1819 - 1917): il progetto è quello di valorizzare questo importante orefice, decoratore e miniaturista che attraversò un secolo di storia, dando il via a una scuola che ha continuato la produzione nel suo stile fin quasi ai giorni nostri. A Palazzo Ducale sono state radunate diverse opere sue e di altre fabbriche italiane che operarono tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento nel solco dello storicismo e dell’eclettismo, i due movimenti di riferimento di Magni. Ci saranno quindi opere della manifattura Ginori di Doccia, della fabbrica Cantagalli di Firenze, della società Achille Farina di Faenza, della fabbrica Angelo Minghetti di Bologna, delle Ceramiche Artistiche Molaroni di Pesaro e delle ceramiche Pio Fabri di Roma.

La fase della storia della ceramica che la mostra, curata da Ettore A. Sanapoli, intende indagare è una delle più importanti dal momento che, leggiamo nella presentazione, “nella seconda metà dell’Ottocento, vide un grande slancio animare pittori, ornatisti e decoratori, spinti in una sorta di pellegrinaggio artistico verso le città che vantavano una antica tradizione nella maiolica con l’obiettivo di rinverdirne i fasti e riconquistare il mestiere perduto”. Sono in tutto 64 le opere in mostra (di cui 32 realizzate da Giuseppe Magni), provenienti da collezioni pubbliche e private dell’Umbria: si tratta di ceramiche a soggetto tradizionale (miti, allegorie, ritratti, soggetti religiosi e letterari). Giuseppe Magni, formatosi a Perugia, non si mosse quasi mai dalla città natale, Gubbio, ma qui, grazie anche a un incarico come maestro di disegno nelle scuole tecniche comunali, formò generazioni di giovani artisti. Fu uno dei ceramisti più prolifici del suo tempo.

L’esposizione durerà fino al 20 maggio 2018 ed è visitabile negli orari d’apertura del Palazzo Ducale di Gubbio: da novembre ad aprile, dal martedì alla domenica con orario 8:30-19:30, nel mese di maggio anche il lunedì dalle 13 alle 19. Si accede col biglietto d’ingresso al Palazzo Ducale (intero 5 euro, ridotto 2,50 euro). La mostra è voluta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ed è organizzata da Polo Museale dell’Umbria, Fondazione CariPerugia Arte e Associazione Maggio Eugubino con il patrocinio del Comune di Gubbio.

Immagine: Giuseppe Magni, Targa con la Madonna di Maremma

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraGiuseppe Magni e la maiolica italiana dello Storicismo
CittàGubbio
SedePalazzo Ducale di Gubbio
DateDal 30/11/-0001 al 30/11/-0001
ArtistiGiuseppe Magni
TemiCeramica

A Gubbio in mostra le ceramiche ottocentesche di Giuseppe Magni
A Gubbio in mostra le ceramiche ottocentesche di Giuseppe Magni


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Andante: la mostra fotografica di Alex Majoli al MAR di Ravenna
Andante: la mostra fotografica di Alex Majoli al MAR di Ravenna
La più grande monografica italiana di Albert Oehlen a Palazzo Grassi
La più grande monografica italiana di Albert Oehlen a Palazzo Grassi
Giuseppe Mentessi, artista di sentimento, in mostra a Ferrara
Giuseppe Mentessi, artista di sentimento, in mostra a Ferrara
A Gallarate la mostra “Doppio Spazio”, antologica di Paolo Masi
A Gallarate la mostra “Doppio Spazio”, antologica di Paolo Masi
Giappone, storie d'amore e di guerra in mostra a Bologna
Giappone, storie d'amore e di guerra in mostra a Bologna
Tre mostre al MAN di Nuoro dal 9 novembre 2018 al 3 marzo 2019, tra dipinti, installazioni e fotografie
Tre mostre al MAN di Nuoro dal 9 novembre 2018 al 3 marzo 2019, tra dipinti, installazioni e fotografie