Im-perfection: una collettiva d'arte contemporanea alla C-Gallery di Milano


La C-Gallery di Milano ospita “Im-perfection”, una mostra che farà conoscere artisti internazionali come Mwangi Hutter, Amira Parree, Maurice Pefura, Lerato Shadi e Vincent Witomski dal 18 settembre al 2 novembre 2018. Tema della mostra è la ricerca dell’imperfezione scrollandosi di dosso la bellezza esteriore che tanto ha alimentato le fiere della vanità ossessionate dalla ricerca della perfezione. “Im-perfection” si rifà alla filosofia Wabi Sabi, diffusa nel Giappone del XIV° secolo, che riassumeva questa idea in tre semplici realtà: Nulla è perfetto; Nulla è completo; Nulla è permanente.

“La loro è una ricerca profonda e unicamente umana: la costante dualità e fluidità di vita e morte, maschile e femminile, bianco e nero, movimento e immobilità, esterno e interno, ying e yang”, spiega la curatrice Elena Korzhenevich, a proposito degli artisti esposti. “Una danza esistenziale, meravigliosamente coreografata, alla ricerca di una libertà assoluta”.

“Il mio incontro con il lavoro di Mwangi Hutter è stato un colpo di fulmine”, dice ancora Korzhenevich: “mi ha attraversata con una scossa, potente e immediata, che non ha avuto bisogno di filtri, di un riconoscimento”. La mostra aprirà da martedì al sabato, dalle 15 alle 19.

Nell’immagine: Mwangi Hutter, The most beautiful dream I´m dreaming (2018; acrilico su tela, 140 x 100 cm)

Im-perfection: una collettiva d'arte contemporanea alla C-Gallery di Milano
Im-perfection: una collettiva d'arte contemporanea alla C-Gallery di Milano


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER