Arte giapponese e arte francese, il Louvre Abu Dhabi apre la stagione autunnale con una mostra


Dal 6 settembre al 24 novembre 2018 al Louvre Abu Dhabi è in programma la mostra ’Japanese Connections: The Birth of Modern Décor’

Dal 6 settembre al 24 novembre 2018, al Louvre Abu Dhabi, si tiene la mostra Japanese Connections: The Birth of Modern Décor: la rassegna inaugura la stagione autunnale 2018 della “succursale” emiratina del grande museo francese. Curata da Isabelle Cahn, Conservatore capo dei Dipinti al Musée d’Orsay di Parigi, la mostra, tutta dedicata all’arte giapponese, espone dipinti, stampe e pannelli dell’Ottocento e del Novecento per sottolineare la relazione tra Giappone e Francia nelle arti (molti, all’epoca, gli artisti francesi che rimasero affascinati dall’arte giapponese) con particolare accento sull’estetica degli ukiyo-e, il genere che fiorì in Giappone tra Seicento e Ottocento (è un particolare tipo di stampa su carta impressa con blocchi di legno).

Saranno esposte, infatti, opere appartenenti a Paul Sérusier, Pierre Bonnard, Maurice Denis, Ker-Xavier Roussel, Édouard Vuillard, Odilon Redon, Katsushika Hokusai, Hara Zaimei, Utagawa Hiroshige, Kano Tanshin e Toshusai Sharaku. Tra le opere giapponesi segnalaiamo Giornata limpida col vento del sud dalla serie Trentasei vedute del monte Fuji (1831-32) e Cascate di Yôrô nella provincia di Mino (1830-1834) di Katsushika Hokusai, il più famoso maestro di ukiyo-e, e il Tôto Sumida tsutumi di Utagawa Hiroshige (1858). Tra le opere francesi troveremo i Giardini pubblici (1894) di Édouard Vuillard, il paravento di Pierre Bonnard La Promenade des nourrices, frise de fiacres (1897). Les Femmes au Printemps (1899) di Paul Sérusier e un paravento a quattro facce di Marguerite Sérusier. La mostra è suddivisa in quattro sezioni, con 41 opere e 15 documenti di 12 artisti.

“L’ethos del Louvre Abu Dhabi”, ha dichiarato Manuel Rabaté, direttore del Louvre Abu Dhabi, "celebra la connessione culturale, il dialogo e lo scambio, e questo approccio è intrinseco alla nostra curatela tramite sia per le gallerie permanenti che per le mostre internazionali. Japanese Connections farà luce su un significativo momento di scambio e ispirazione; questi momenti aprono i nostri occhi sulla storia interconnessa delle società umane, alimentando la comprensione condivisa".

Isabelle Cahn, invece, afferma: "Radunando questa eccezionale selezione di opere, Japanese Connections esalta il fondamentale contributo che l’estetica giapponese ha apportato per lo sviluppo dei principi decorativi della pittura moderna in Francia alla fine del XIX secolo. Presentato per la prima volta in una mostra, questo dialogo tra Oriente e Occidente celebra la creatività e l’ispirazione interculturale tra gli artisti dell’ukiyo-e e i pittori Nabis attraverso un’espressione colorata, vibrante e raffinata".

Il programma dell’esposizione include anche conferenze e il festival “Big in Japan” il 26 e 27 ottobre, con musica, letture pubbliche, proiezioni di film animati dello Studio Ghibli e addirittura lezioni di cucina giapponese, e non mancherà neppure un Manga Lab dedicato ai ragazzi che potranno sperimentare da vicino i fumetti giapponesi con lezioni ad hoc e altre iniziative.

Ph. Credit Agenzia MNA

Arte giapponese e arte francese, il Louvre Abu Dhabi apre la stagione autunnale con una mostra
Arte giapponese e arte francese, il Louvre Abu Dhabi apre la stagione autunnale con una mostra


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER