A Roma si ripercorre in una grande antologica la carriera di Luigi Boille


Il Casino dei Principi di Villa Torlonia a Roma ospiterà dal 21 giugno al 3 novembre 2019 una grande antologica del pittore Luigi Boille, con opere dal 1958 al 2015

Il Casino dei Principi di Villa Torlonia ospiterà dal 21 giugno al 3 novembre 2019 la prima grande antologica che Roma dedica a Luigi Boille (Pordenone, 1926 – Roma, 2015) dopo la sua scomparsa. 

La mostra, dal titolo Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio. Opere 1958-2015, racconterà attraverso oltre ottanta opere il percorso artistico del pittore dal 1958 al 2015

Al piano terra i visitatori potranno ammirare le opere della fine degli anni Cinquanta, sia quelle più segniche che quelle dove il colore si espande creando un contrasto tra quest’ultimo e l’ombra, per poi proseguire con una serie di opere su carta comprese tra il 1958 e il 2015 e con dipinti compresi tra il 1964 e il 1966. Una sala ricorderà inoltre le cinque grandi opere esposte alla Biennale di Venezia del 1966

Al primo piano, una sala sarà dedicata al giallo, colore ricorrente nella produzione dell’artista. Seguiranno le opere degli anni Settanta e Ottanta, dove il segno sottile si intensifica su una vasta gamma di colori. Per concludere, le opere degli anni compresi tra il 1992 e il 2015, dove si nota la ricerca di un equilibrio compositivo, un segno più rarefatto su un colore di fondo, una scrittura surreale che rimanda alla filosofia zen.

La mostra è curata da Claudia Terenzi e Bruno Aller con il sostegno dell’Archivio Luigi Boille.

Per info: www.museivillatorlonia.it

Orari: Da martedì a domenica dalle 9 alle 19. Chiuso il lunedì.

 

 

 

A Roma si ripercorre in una grande antologica la carriera di Luigi Boille
A Roma si ripercorre in una grande antologica la carriera di Luigi Boille


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER