Al MASI di Lugano una mostra sul Sublime attorno al Trittico della natura di Segantini


Il MASI di Lugano propone dal 25 agosto al 10 novembre 2019 una mostra attorno al Trittico della natura di Giovanni Segantini.

Dal 25 agosto al 10 novembre 2019 il MASI, Museo d’arte della Svizzera Italiana di Lugano, propone ai suoi visitatori la mostra dal titolo Sublime. Luce e paesaggio intorno a Giovanni Segantini.

Il museo ha la grande opportunità di esporre il Trittico della Natura di Giovanni Segantini, opera che da oltre cent’anni non è stato più visibile a Sud delle Alpi ed esempio straordinario del Sublime. In occasione della presenza a Lugano di quest’opera, il MASI ha organizzato una rassegna intorno ad essa, affiancandola ad artisti come Giacometti, Boccioni, Hodler e Burkhard

Partendo da ciò che si può definire artisticamente Sublime, è stato ideato un percorso espositivo che ha come filo conduttore la pittura di paesaggio, intesa come espressione del Sentimento di montagna in Svizzera e all’estero dal XVIII al XXI secolo. 

Fulcro della rassegna è il dialogo tra il Trittico e l’installazione video Die Magische Bergwelt in den Filmen von Daniel Schmid dell svizzero This Brunner. Brunner ha realizzato un’opera coinvolgente attraverso una sequenza di scene tratte da quattro capolavori del regista grigionese Daniel Schmid

Attorno alle due opere, si susseguono circa sessanta capolavori del sublime: a iniziare da William Turner, Alexandre Calame e Ferdinand Hodler. Seguono le opere di Giovanni Giacometti e Umberto Boccioni: del primo è esposta Sera sull’alpe del 1908, mentre del secondo è presente una serie di dipinti divisionisti con protagonisti la natura e il paesaggio.

Si prosegue con artisti contemporanei dove la rappresentazione della montagna diviene ambivalente: Oh Ubi degli elvetici Lutz e Guggisberg, le fotografie del Bernina di Balthasar Burkhard e l’installazione con 170 palle di neve in bronzo patinato di bianco realizzata da Not Vital

Chiudono il percorso espositivo numerosi dipinti di paesaggio e vita rurale compiuti da artisti ticinesi, quali Filippo Franzoni, Luigi Rossi, Roberto Donetta

Per info: www.masilugano.ch

Orari: Da martedì a domenica dalle 10 alle 18. Giovedì dalle 10 alle 20. Chiuso il lunedì.

Immagine: Umberto Boccioni, Paesaggio lombardo (1908; olio su tela, 36 x 66 cm; MASI Lugano, Collezione Città di Lugano. Donazione Chiattone)

Al MASI di Lugano una mostra sul Sublime attorno al Trittico della natura di Segantini
Al MASI di Lugano una mostra sul Sublime attorno al Trittico della natura di Segantini


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER