Una danza sui cieli di Napoli con musiche di Stravinsky: l'opera di Mathilde Rosier al Madre


Fino al 1° febbraio è possibile vedere al Museo Madre di Napoli l'opera “Le massacre du printemps”, una singolare... coreografia della francese Mathilde Rosier.

Con la riapertura dei musei in Campania, è nuovamente possibile ammirare fino al 1° febbraio l’opera Le massacre du printemps, video-installazione dell’artista francese Mathilde Rosier entrata a far parte della collezione del Madre.

Si tratta di una reinterpretazione de Le sacre du printemps, balletto su musiche di Igor Stravinsky, creato da Vaslav Nijinsky per i Ballets Russes nel 1913.

L’opera si interroga sull’intrinseco rapporto tra l’essere umano e l’ambiente, connettendo l’atto dell’adorazione della terra a quello del suo successivo sfruttamento. I danzatori disegnano coreografie aeree sullo sfondo di tre diversi luoghi del territorio campano – le serre dell’area vesuviana, il porto della città di Napoli e l’ex sito industriale della piana di Bagnoli – e da contadini si trasformano in spighe di grano, per sottolineare l’inestricabile legame tra il destino dell’umanità e quello di tutta la natura.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale del Madre.

Una danza sui cieli di Napoli con musiche di Stravinsky: l'opera di Mathilde Rosier al Madre
Una danza sui cieli di Napoli con musiche di Stravinsky: l'opera di Mathilde Rosier al Madre


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma