Al MAXXI, Luca Vitone racconta Villa Adriana attraverso la sua pittura


Dal 17 giugno al 12 settembre, Luca Vitone porta al MAXXI di Roma le sue opere che raccontano Villa Adriana dal suo personale punto di vista.

Tra il MAXXI di Roma e la residenza imperiale di Adriano a Tivoli (ovvero Villa Adriana), Luca Vitone (Genova, 1964), uno dei più apprezzati pittori e scultori italiani contemporanei, amplia l’immaginario fisico e geografico dei due luoghi, facendoli dialogare: è questo l’obiettivo della sua mostra personale Io, Villa Adriana, in programma dal 17 giugno al 12 settembre.

La rassegna nasce dalla riflessione portata avanti da Luca Vitone nel corso degli anni sul rapporto tra sé e il paesaggio. Il progetto è stato pensato appositamente dall’artista per il focus a lui dedicato: in mostra a Villa Adriana alcune opere legate al tema del paesaggio mentre al MAXXI una serie di tele di grande formato dipinte con le polveri provenienti dalla residenza dell’imperatore Adriano a Tivoli.

Con un’andatura da esploratore, Vitone attraversa i luoghi e, grazie ai suoi lavori, li racconta ampliandone l’immaginario sia in un’accezione fisica e geografica, che in quella simbolica e storico-sociale, unificando così la pratica esplorativa a quella più analitica e ironica. 

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale del MAXXI.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraIo, Villa Adriana
CittàRoma
SedeMAXXI
DateDal 17/06/2021 al 12/09/2021
ArtistiLuca Vitone
TemiRoma, MAXXI, Villa Adriana, Luca Vitone, Adriano a Tivoli

Al MAXXI, Luca Vitone racconta Villa Adriana attraverso la sua pittura
Al MAXXI, Luca Vitone racconta Villa Adriana attraverso la sua pittura


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma