Milano, alla Galleria Canesso opere di Hayez, Vela e Gola


Per omaggiare Milano e Brera, la Galleria Canesso propone al pubblico una selezione di opere di tre grandi artisti legati all’Ottocento milanese: Francesco Hayez, Vincenzo Vela ed Emilio Gola.

Dal 21 ottobre al 15 dicembre 2022, la Galleria Canesso di Milano propone una selezione di opere di tre grandi artisti dell’Ottocento italiano: Francesco Hayez (Venezia, 1791 – Milano, 1882), Vincenzo Vela (Ligornetto, 1820 – 1891) ed Emilio Gola (Milano, 1851 – 1923), tra i più acclamati e celebrati delle loro rispettive generazioni. Nella sede di via Borgonuovo 24, Maurizio Canesso presenterà tre dipinti di Hayez, un Dante scolpito da Vela e un Autoritratto giovanile di Gola.

Galleria Canesso vuole così rendere omaggio alla città e al quartiere, quello di Brera, che da un anno accolgono la sua sede italiana. Questa mostra è dunque l’occasione di riportare l’attenzione su capolavori legati fin dalla loro origine proprio a questi luoghi: tre delle opere esposte furono presentate alle Esposizioni di Belle Arti di Brera e della Permanente tra il 1844 e il 1880, in decenni fondamentali per la costruzione dell’identità culturale ma anche politica della città e del Paese.

Il racconto culturale prende avvio con un dipinto di tema storico-operistico: il Marin Faliero di Hayez, commissionato da uno dei più noti palchettisti della Scala, Enrico Taccioli, in seguito alle prime rappresentazioni scaligere dell’omonima opera di Gaetano Donizetti. Per la ricchezza dei dettagli, per la vivacità dei colori e la varietà delle espressioni, la tela riscosse grande successo fin dalla sua prima esposizione a Brera nel 1844. Nel 1870 giunse alla Permanente il Dante di Vela, scultura di fattura raffinatissima e dal forte significato risorgimentale e, infine, dieci anni più tardi, Emilio Gola espose ancora a Brera il suo Autoritratto, splendido esempio pittorico del clima culturale della Scapigliatura.

Una sezione della mostra sarà poi dedicata al pittore bergamasco Enrico Scuri (Bergamo, 1805-1884) di cui saranno proposti un Autoritratto (1856) e uno Studio per l’affresco della cupola di Santa Maria delle Grazie (1863) di Bergamo. Tra i protagonisti della scena pittorica bergamasca dell’Ottocento, Scuri fu nominato socio onorario dell’Accademia di Brera e diresse a lungo l’Accademia Carrara.

Per informazioni, visitare il sito della Galleria Canesso.

Immagine: Francesco Hayez, Marin Faliero

Milano, alla Galleria Canesso opere di Hayez, Vela e Gola
Milano, alla Galleria Canesso opere di Hayez, Vela e Gola


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Banksy e il Pop Surrealismo: le due nuove mostre dell'estate di Trento
Banksy e il Pop Surrealismo: le due nuove mostre dell'estate di Trento
10 mostre da non perdere in Italia nel 2022
10 mostre da non perdere in Italia nel 2022
48 autoritratti degli Uffizi volano in Cina. È la prima di 10 mostre che il museo farà a Shanghai
48 autoritratti degli Uffizi volano in Cina. È la prima di 10 mostre che il museo farà a Shanghai
Prima mostra negli USA per Simone Pellegrini: “Turning Point” a New York
Prima mostra negli USA per Simone Pellegrini: “Turning Point” a New York
5 grandi mostre all'estero da non perdere nel 2022
5 grandi mostre all'estero da non perdere nel 2022
Giorgio Vasari in trasferta a Stoccolma. Al Nationalmuseum in mostra la sua raccolta
Giorgio Vasari in trasferta a Stoccolma. Al Nationalmuseum in mostra la sua raccolta