A Milano due grandi mostre per denunciare gli abusi sui minori


A Milano, nell’ambito del progetto “NON si può NON vedere”, si terranno due grandi mostre contro gli abusi sui minori.

In occasione dei trent’anni della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, a Milano si terranno due grandi mostre, nell’ambito del progetto NON si può NON vedere, dedicate all’informazione e al contrasto della violenza su bambini e minori. Dal 20 novembre 2019 lo Studio Museo Francesco Messina ospita Gli invisibili: quattordici sculture che danno voce a tutti i bambini e le bambine vittime di violenza, mentre dal 25 novembre 2019 il Chiostro e Sacrestia della Chiesa di Santa Maria del Carmine ospitano Il Danno: in esposizione dipinti che intendono illustrare le dinamiche e le tensioni psicologiche che travagliano le persone vittime di abusi. 

Gli invisibili, progetto di Francesca Romano a cura di Castello13 e la direzione scientifica di Nadia Muscialini, vuole raccontare attraverso ogni scultura una storia. "I bambini delle mie sculture sono messaggeri: diventano voce di soprusi e violenze subite. Gridano il loro desiderio di essere ascoltati. Con Gli Invisibili tento di togliere il manto di ipocrisia che cela troppo spesso lo sfruttamento e le violenze subite da bambini e bambine, con lo sguardo dei miei occhi" ha dichiarato l’artista. 

Il Danno, progetto itinerante di Luca Sacchetti, a cura di Castello13 e Fortunato D’Amico e la direzione scientifica di Nadia Muscialini, vedrà l’esposizione di 24 dipinti appesi dal soffitto dei corridoi del chiostro per creare una sorta di labirinto in cui lo spettatore è obbligato a entrare, per poi giungere nella sacrestia, dove si troverà il Sesto Stato, rappresentazione corale di chi ha subito un danno e che si ispira a Il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo. "Il Sesto Stato rappresenta una nuova classe di individui, che nell’affrontare il danno subito nel tentativo di superarlo, ha sviluppato un sesto senso che ha aiutato la vittima a sopravvivere" ha affermato Luca Sacchetti. I volti degli abusati, i loro corpi irrigiditi, gli sguardi assenti, i movimenti statici tendenti a nascondere la tragedia interiore sono gli elementi caratteristici che descrivono le tracce dell’abuso.

La mostra Gli Invisibili sarà visitabile fino al 26 novembre 2019, da martedì a domenica dalle 10 alle 18, con ingresso libero. Il Danno sarà visitabile fino all’1 dicembre 2019, tutti i giorni dalle 11 alle 18.

Nell’immagine, un’opera della mostra Gli Invisibili, Il nuovo che avanza

A Milano due grandi mostre per denunciare gli abusi sui minori
A Milano due grandi mostre per denunciare gli abusi sui minori


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER