Hélène de Beauvoir tra fiume e mare: a Sarzana la mostra dedicata all'artista francese


A Sarzana fino al 24 settembre è in corso la mostra ’Hélène de Beauvoir tra fiume e mare’ che espone un nucleo di inediti dell’artista francese.

È in corso fino al 24 settembre (ha aperto il 22 agosto) la mostra Hélène de Beauvoir tra fiume e mare, che la val di Magra dedica all’artista francese Hélène de Beauvoir (Parigi, 1910 - Goxwiller, 2001): dopo essere state esposte nei luoghi a lei cari (la mostra infatti è stata prima a Bocca di Magra, quindi a Lerici e poi a Ortonovo), le opere della pittrice, sorella della scrittrice Simone de Beauvoir, arrivano a Sarzana, dove sono esposte alla Fortezza Firmafede. Il pubblico ha la possibilità di ammirare un nucleo di venticinque dipinti inediti che Hélène de Beauvoir dipinse durante i suoi soggiorni nel borgo di Trebiano Magra, dove risiedette dal 1963 assieme a suo marito, il diplomatico Lionel de Roulet, portando sulle rive del Magra diverse personalità della cultura francese del Novecento (a cominciare da Jean-Paul Sartre). All’ombra del Castello di Trebiano, in una casa di sua proprietà che aveva una splendida vista sul golfo dei Poeti, l’artista, simbolo dell’arte femminista, ebbe modo di esprimersi con dipinti pieni di luce, contraddistinti da calde tonalità mediterranee, che risentivano del dibattito del tempo circa il figurativo e l’astratto: Hélène de Beauvoir propose una soluzione che rimaneva solidamente ancorata a una chiara figurazione (per quanto i suoi esordi fossero avvenuti sotto il segno di un’astrazione quasi pura), interpretata però in un’ottica che guardava alle avanguardie, dal cubismo al costruttivismo.

In mostra è possibile vedere opere come Sulla Magra le barche dei pescatori sono farfalle (1977), La grande déesse (luglio 1980), Le levrier (dicembre 1984), Leda (giugno 1993), dipinti che, si legge nella presentazione dell’esposizione, “rappresentano scorci visivi del paesaggio che Hélène scopriva durante le sue passeggiate, riportando sulla tela una natura trasformata in un’impressione quasi astratta e sognante dai connotati mitologici”. La mostra è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione dello scultore Walter Tacchini, amico della pittrice, che ha ereditato la casa di Hélène oltre a diverse sue opere, tra le quali quelle che compongono il nucleo esposto a Sarzana.

La mostra è visitabile tutti i giorni con orario 10:30-13 e 16-19. Il biglietto ha il costo di 4 euro dal lunedì al venerdì e di 5 euro il sabato e la domenica. Gratuito per i bambini sotto i sei anni. Il costo del biglietto, oltre all’esposizione, include anche l’ingresso e la visita alla Fortezza Firmafede. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito della Fortezza Firmafede di Sarzana.

Hélène de Beauvoir tra fiume e mare: a Sarzana la mostra dedicata all'artista francese
Hélène de Beauvoir tra fiume e mare: a Sarzana la mostra dedicata all'artista francese


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER