Una mostra tutta dedicata a Philippe Daverio. A Milano, ma ora solo online


La Cittadella degli Archivi di Milano ospita la mostra omaggio a Philippe Daverio. Fino a marzo 2021, è ora solo online.  

È per ora solo online la mostra che la Cittadella degli Archivi di Milano in collaborazione con il Dipartimento di Studi Storici e il Master in Digital Humanities dell’Università degli Studi di Milano e la famiglia Daverio hanno voluto interamente dedicare a Philippe Daverio, il noto critico d’arte, saggista, divulgatore e politico scomparso all’età di settant’anni il 2 settembre 2020. 

A cura di Nicola Manna, nell’ambito della serie InArchivio, la mostra Philippe Daverio a Milano, che sarà allestita fino al 20 marzo 2021 presso la Cittadella degli Archivi di Milano. raccoglie e espone documenti ufficiali che rimandano al periodo dell’asseassorato Daverio, la rassegna stampa dell’epoca, fotografie e un abito dello stesso Daverio. I suoi abiti con l’immancabile papillon coordinato hanno caratterizzato il gusto eccentrico e ricercato del famoso divulgatore che ha cambiato l’arte in televisione. È inoltre possibile vedere un video inedito, una sorta di passeggiata virtuale per Milano registrata durante il lockdown. 

I documenti in mostra sono conservati nel Fondo Mostre in Cittadella degli Archivi, le fotografie e parte della rassegna stampa sono in prestito dal PAC e da Palazzo Reale, mentre gli oggetti personali e il video sono stati concessi dalla famiglia Daverio. 

Presso la Cittadella degli Archivi è infatti conservato il Fondo Mostre, un grande fondo con oltre trecento faldoni, che raccoglie materiale amministrativo documentale di mostre e di iniziative culturali organizzate dal Comune di Milano tra i primi anni Settanta e gli anni Novanta. La mostra rientra nell’ambito del ciclo espositivo InArchivio, che dal 2018 intende far conoscere al pubblico questo materiale e raccontare le mostre del passato svoltesi nel capoluogo lombardo e nel suo Comune. 

Philippe Daverio è stato una delle figure più rappresentative della vita culturale milanese: dal 1993 al 1997 è stato assessore della giunta Formentini. Tra i grandi progetti espositivi da lui fortemente voluti e realizzati, Alexej von Jawlensky, Da Monet a Picasso, Richard Avedon e Omaggio a Leo Castelli, ai quali si affiancano eventi pubblici come il Carnevale degli animali, durante il quale il capoluogo lombardo ha avuto modo di conoscere l’arte circense d’oltralpe, tanto cara a Daverio. Alle rassegne e agli eventi si aggiungono i restauri al PAC e la scelta di Palazzo Reale come nuovo polo espositivo di riferimento, soprattutto la Sala delle Cariatidi, e il termine dei lavori del Nuovo Piccolo Teatro inaugurato nel 1998. 

Per maggiori info: https://www.philippedaverioamilano.it/

Una mostra tutta dedicata a Philippe Daverio. A Milano, ma ora solo online
Una mostra tutta dedicata a Philippe Daverio. A Milano, ma ora solo online


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma