A Rovigo in mostra un manga... europeo: una rassegna tutta dedicata a Radiant, fumetto in stile giapponese


A Rovigo, Palazzo Roncale ospita, dal 16 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020, la mostra ’Radiant. Venti d’Oriente nel manga europeo’.

Quest’autunno a Rovigo è Giappone-mania: oltre alla mostra sul giapponismo nell’arte europea tra Ottocento e Novecento in programma a Palazzo Roverella dal 28 settembre 2019 al 26 gennaio 2020, un’altra rassegna nella città veneta esplora le connessioni tra l’arte europea e quella del paese del Sol Levante. Si tratta di Radiant. Venti d’Oriente nel manga europeo, una mostra che anche nel titolo si lega a quella di Palazzo Roverella (quest’ultima è infatti intitolata Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea 1860 - 1915): allestita a Palazzo Roncale dal 16 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020, l’esposizione fa rivivere l’impatto dei fumetti giapponesi (i manga) su quelli europei, in particolare prendendo il celebre fumetto Radiant come esempio.

Le forme contemporanee del giapponismo passano infatti attraverso manga e anime (termine quest’ultimo con il quale si designano i cartoni animati giapponesi). A testimoniare l’influenza dell’estetica giapponese sulla cultura visiva europea del XXI secolo, ecco così, come anticipato, un fumetto che si è imposto negli ultimi anni tra i principali alfieri della nuova diffusione di stili e modelli dal Giappone: Radiant. Il fumetto, creato dal giovane fumettista francese Tony Valente (Tolosa, 1984), mette in scena un mondo immaginifico popolato da creature cadute dal cielo e da maghi, impegnati nella ricerca della enigmatica “tana” delle mostruose creature. Radiant si propone come un’avventura iniziatica immersa in uno scenario fantastico tipico degli shonen manga giapponesi (gli shonen sono i fumetti indirizzati per lo più a un pubblico maschile di adolescenti), condotta da un giovane eroe, costruita per ambientazioni e sfide progressive e ricca di figure frutto di una originale rielaborazione di riferimenti tanto nipponici quanto europei: catastrofi naturali, mutazioni biologiche, medievalismi.

I disegni di Valente offrono una morbidezza della linea tipicamente europea, pur facendo trasparire nel design alcuni famosi modelli giapponesi come Dragon Ball, Hunter X Hunter o Bleach. Questo equilibrio tra Oriente e Occidente è valso a Radiant diversi premi come migliore opera occidentale in “stile manga”, fra cui il premio Daruma al festival Japan Expo 2016 come miglior manga internazionale. La fortuna internazionale di Radiant, prodotta a partire dal 2013 in Francia dall’editore Ankama e pubblicata in Italia da J-Pop Manga, ha inoltre generato per la serie alcuni primati significativi. Si tratta infatti del primo manga francese ad essere stato pubblicato anche in Giappone ed è addirittura il primo manga francese adattato in una serie in animazione per la tv giapponese (è infatti un caso insolito che un manga di produzione europea diventi un cartone animato giapponese).

La mostra Radiant. Venti d’Oriente nel manga europeo, curata da Matteo Stefanelli e inserita nel programma dell’esposizione Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea, presenta per la prima volta in Italia un percorso intorno a questo originale manga europeo, in collaborazione con Arcadia Arte, J-Pop Manga e Ankama attraverso tavole originali, illustrazioni, studi di colore e schizzi. L’autore Tony Valente, inoltre, farà visita a Rovigo in occasione della mostra, per incontrare il pubblico e illustrare la genesi e gli sviluppi recenti e futuri di Radiant.

A Rovigo in mostra un manga... europeo: una rassegna tutta dedicata a Radiant, fumetto in stile giapponese
A Rovigo in mostra un manga... europeo: una rassegna tutta dedicata a Radiant, fumetto in stile giapponese


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER