La storia di Genova e della Lanterna per immagini è in mostra a Palazzo Reale


A Genova una mostra ripercorre la storia della città e della sua Lanterna attraverso immagini, dipinti, stampe antiche, fotografie.

Apre il prossimo 7 ottobre, e dura fino al 4 febbraio 2018, la mostra La Città della Lanterna. L’iconografia di Genova e del suo faro dal Medioevo al presente: l’esposizione, che intende illustrare la storia delle rappresentazioni figurative di Genova, del suo porto e del suo simbolo più celebre, la Lanterna, si tiene al Teatro del Falcone di Palazzo Reale ed è curata da Serena Bertolucci e da Luca Leoncini. Il percorso della mostra parte dalle mappe rinascimentali e si spinge fino alle fotografie del Novecento, passando attraverso i pittori settecenteschi del Grand Tour e i paesaggi dell’Ottocento: in tutto, saranno duecento le opere esposte tra disegni, dipinti, poster e fotografie, provenienti dall’Archivio di Stato di Genova, dalle collezioni comunali, dalla Banca Carige ma anche da fuori (dai Musei Reali di Torino, dal museo di Ca’ Pesaro a Venezia, dagli archivi di tutte le soprintendenze liguri e da collezioni private).

Si tratta della prima volta che Genova dedica una mostra alla Lanterna, il suo faro medievale (fino al 1902 il più alto del mondo) che segna il profilo della città e che ne costituisce uno dei simboli assieme al vessillo di san Giorgio, ai santi patroni, al Giano bifronte, alla Madonna Regina di Genova. La Lanterna appare quindi in un vasto numero di mappe, documenti ufficiali, carte nautiche, frontespizi di libri e dipinti. “Se nel linguaggio comune Genova, dunque, è ancora la città della Lanterna”, si legge nella presentazione dell’esposizione, “questa mostra ripercorre le tappe di uno dei principali leit motif del paesaggio genovese. Dalla prima rappresentazione figurata nota, quella che appare sulla copertina di un manuale di conti del 1371, ai rotocalchi moderni. Dalle antiche xilografie con le antiche vedute della città, alle affiche con i transatlantici per il turismo moderno. Dagli oggetti che ancora oggi ne documentano la primitiva funzionalità (il vaso d’olio utilizzato come combustibile per alimentarne la luminosità), agli oggetti della contemporaneità che ne consacrano il valore simbolico”.

Sono diverse le sezioni di cui si compone la mostra, il cui percorso si articola sostanzialmente per temi. Si parte dalle xilografie quattrocentesche, si continua con le stampe antiche, e si arriva alle sezioni dedicate ai singoli artisti che si occuparono della città, dai locali come Antonio Giolfi (Genova, 1721 - 1796) e Luigi Garibbo (Genova, 1782 o 1784 - Firenze, 1869) ai pittori che provenivano da fuori regione, sui quali spicca il nome di Ippolito Caffi (Belluno, 1809 - Lissa, 1866), celebre pittore veneto ottocentesco di vedute. Seguono sezioni sulla Lanterna come testimone di eventi storici, sui simboli di Genova, sulle fotografie, le cartoline e i manifesti pubblicitari, e si termina con la Lanterna nel presente.

Gli orari: dal giovedì al sabato dalle 10 alle 17, la domenica dalle 14 alle 17. Il biglietto d’ingresso costa 5 euro, il ridotto 3 euro. Gratis per minori di 18 anni. È possibile acquistare anche il biglietto combinato per il Museo di Palazzo Reale e la mostra (8 euro l’intero, 6 euro il ridotto). Catalogo edito da De Ferrari Editore (costo: 25 euro).

Immagine: Antoine Edmond Joinville, Ingresso del porto di Genova

La storia di Genova e della Lanterna per immagini è in mostra a Palazzo Reale
La storia di Genova e della Lanterna per immagini è in mostra a Palazzo Reale


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER