Nesso rapisce Deianira di Guido Reni in prestito dal Louvre alla Pinacoteca Nazionale di Bologna


Il celebre dipinto di Guido Reni “Nesso rapisce Deianira” sarà in prestito dal Museo del Louvre alla Pinacoteca Nazionale di Bologna.

Scambi prestigiosi tra importanti musei: dal 5 settembre 2017 al 7 gennaio 2018 il celebre dipinto "Nesso rapisce Deianira" realizzato da Guido Reni conservato al Museo del Louvre sarà trasferito alla Pinacoteca Nazionale di Bologna; quest’ultima ha prestato la Strage degli Innocenti del medesimo artista al museo Condé di Chantilly, dove è stata allestita una mostra promossa da Pierre Rosenberg in cui la prestigiosa tela sarà tra le principali opere del percorso espositivo.

“Nesso e Deianira” venne realizzato nel 1620 circa e raffigura il rapimento di Deianira, moglie di Ercole, da parte del centauro Nesso, che sta scappando convinto di portare a buon fine l’impresa, ma sullo sfondo appare Ercole che lo ucciderà 

I prestiti delle famose opere d’arte rientrano nell’ambito di un accordo internazionale tra grandi musei.

Immagine: Guido Reni, Nesso rapisce Deianira (1620 circa; olio su tela, 293 x 193 cm; Louvre, Parigi)

 

Nesso rapisce Deianira di Guido Reni in prestito dal Louvre alla Pinacoteca Nazionale di Bologna
Nesso rapisce Deianira di Guido Reni in prestito dal Louvre alla Pinacoteca Nazionale di Bologna


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma