A Palazzo Pitti una mostra celebra i piatti d’argento per la festa di San Giovanni


Da oggi al 5 novembre 2017 Palazzo Pitti ospita la mostra "Omaggio al Granduca: i piatti d’argento per la festa di San Giovanni"

Apre oggi a Palazzo Pitti "Omaggio al Granduca: i piatti d’argento per la festa di San Giovanni". 

La mostra, che terminerà il 5 novembre 2017, intende evidenziare un episodio dell’oreficeria italiana tra Seicento e Settecento che ha origine dalla ricorrenza di San Giovanni Battista, che si festeggia ogni anno a Firenze il 24 giugno, e dalle relazioni diplomatiche dei Medici con l’ambiente curiale romano. In particolare, il cardinale genovese Lazzaro Pallavicini, fece sposare la nipote Maria Camilla con un nipote di papa Clemente IX, Giovanni Battista Rospigliosi: il matrimonio fu celebrato con la benedizione del granduca Cosimo III de’ Medici e in segno di gratitudine il cardinale Pallavicini dispose la donazione di un argento al granduca (un’usanza che poi continuò).

A seguito di questi fatti, le collezioni medicee si arricchirono di una splendida raccolta di piatti istoriati d’argento realizzati su disegno dei più importanti artisti romani contemporanei.
I disegni noti provenienti da musei italiani ed esteri e da collezioni private sono esposti in mostra.
In esposizione i calchi in gesso tratti dagli originali in argento che la Manifattura Ginori di Doccia fece realizzare dall’argentiere Pietro Romolo Bini come testimonianza della perduta serie in argento che il Granduca Francesco Stefano di Lorena fuse e utilizzò per ripianare il bilancio toscano allo scopo di favorire le imprese militari.

"I piatti di san Giovanni rappresentavano una celebrazione di Casa Medici, riconoscendone e testimoniandone i grandi meriti nel governo della Toscana attraverso il ricorso a figurazioni che riconducono a valori eterni e a fatti contingenti. Le ricerche condotte in questa occasione hanno portato a una lettura puntuale delle singole scene, sia per le figurazioni allegoriche che rispondono ai più noti repertori di iconologia, sia per le scene storiche esemplate su una profonda conoscenza degli avvenimenti. Si riallacciavano, tali virtuosismi orafi, ai fasti dinastici messi in figura negli affreschi di Palazzo Pitti, dalla ‘sala di Giovanni da san Giovanni’, dove la mostra è allestita sotto l’occhio vigile di Lorenzo il Magnifico, celebrato nei ‘piatti’ come politico, per le sue qualità diplomatiche, e come uomo di cultura, per l’Accademia Platonica, fino alle apoteosi di Pietro da Cortona e di Ciro Ferri nelle sale della Galleria Palatina" ha spiegato il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt.

L’esposizione è curata da Rita Balleri e Maria Sframeli ed è promossa dal MiBACT, dalle Gallerie degli Uffizi e da Firenze Musei. Il catalogo è edito da Sillabe.

Fonte: Comunicato stampa

Immagine: 

Trionfo di Cosimo I (1682; calco in gesso, Firenze, Gallerie degli Uffizi, Tesoro dei Granduchi)
Disegnatore: Carlo Maratti (Camerano 1625 - Roma 1713)

A Palazzo Pitti una mostra celebra i piatti d’argento per la festa di San Giovanni
A Palazzo Pitti una mostra celebra i piatti d’argento per la festa di San Giovanni


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER