A Osimo una mostra sulle origini della Street art. Keith Haring e Paolo Buggiani


Dal 23 luglio 2020 al 10 gennaio 2021 Osimo ospita la mostra Made in New York. Keith Haring e Paolo Buggiani. La vera origine della Street art.

Apre oggi a Osimo, presso Palazzo Campana, la mostra Made in New York. Keith Haring e Paolo Buggiani. La vera origine della Street art, visitabile al pubblico fino al 10 gennaio 2021.

Curata da Gianluca Marziani, l’esposizione intende celebrare l’artista statunitense Keith Haring, di cui cui quest’anno ricorrono trent’anni dalla sua scomparsa. La rassegna non vuole concentrarsi solo sulle origini della Street art che da oltre quarant’anni anima edifici e strade delle città, ma anche tracciare una linea di demarcazione tra la cultura del Graffitismo e la dimensione più ampia della Street art.

Keith Haring è uno dei più significativi protagonisti dell’arte contemporanea e in mostra sono visibili venti opere originali, realizzate tra il 1981 e il 1983. Di Paolo Buggiani (Castelfiorentino, 1933) sono esposti oltre venti lavori, accompagnati da fotografie che illustrano le sue performance e le sue installazioni newyorchesi. 

Haring e Buggiani si conobbero a New York nei primi anni Ottanta: l’artista toscano si rese conto subito del grande talento di Haring e staccò dai muri circa cinquanta delle sue prime opere in gessetto compiute sulle affissioni nere che ricoprivano le pubblicità, i cosiddetti Subway drawings.

Per info: https://www.haringaosimo.it/

A Osimo una mostra sulle origini della Street art. Keith Haring e Paolo Buggiani
A Osimo una mostra sulle origini della Street art. Keith Haring e Paolo Buggiani


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER