Massa Marittima, prorogata fino al 4 novembre la mostra su Ambrogio Lorenzetti dopo il grande successo


Grande successo per la mostra su Amnbrogio Lorenzetti in Maremma, a Massa Marittima: è stata prorogata fino al 4 novembre.

È stata prorogata fino al 4 novembre 2018 la mostra Ambrogio Lorenzetti in Maremma. Capolavori dai territori di Grosseto e Siena, aperta lo scorso 2 giugno presso il Complesso Museale di San Pietro all’Orto di Massa Marittima. La rassegna espone undici capolavori del grande Ambrogio Lorenzetti eseguiti per Siena e per la Maremma: tra questi la celeberrima Maestà di San Pietro all’Orto (a questo link è possibile trovare un nostro approfondimento sulle opere maremmane di Ambrogio Lorenzetti e sul loro significato.

La decisione è stata presa anche perché la mostra ha avuto un grande successo, con migliaia di visitatori che hanno affollato le sale del Museo di Arte Sacra della cittadina in provincia di Grosseto. “Ringraziamo i prestatori per la loro disponibilità”, ha dichiarato Marco Paperini, assessore alla cultura del Comune di Massa Marittima: “con la loro collaborazione siamo in grado di offrire ai turisti e visitatori un evento culturale di qualità anche per il periodo autunnale, oltre alla possibilità di far visitare la mostra alle scuole del territorio”. Per ogni informazione è possibile visitare il sito www.museidimaremma.it.

Nell’immagine: una sala della mostra. Ph. Credit Finestre sull’Arte.

Massa Marittima, prorogata fino al 4 novembre la mostra su Ambrogio Lorenzetti dopo il grande successo
Massa Marittima, prorogata fino al 4 novembre la mostra su Ambrogio Lorenzetti dopo il grande successo


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER