Roma, la villa di Alberto Sordi apre le porte al pubblico per una mostra che ne celebra il centenario dalla nascita


Per celebrare i cento anni dalla nascita di Alberto Sordi, che si festeggeranno il 15 giugno 2020, la villa di Roma in cui dimorò, situata in piazzale Numa Pompilio, ospiterà una mostra a lui dedicatogli aperta dal 7 marzo al 29 giugno 2020.

Intitolata Il Centenario – Alberto Sordi 1920-2020, la mostra è curata da Alessandro Nicosia, presidente della società C.O.R. - Creare Organizzare Realizzare, insieme ai giornalisti Gloria Satta e Vincenzo Mollica. Tra documenti inediti, fotografie, filmati e cimeli di vario tipo, l’esposizione porterà il visitatore ad esplorare la casa e a conoscere meglio la vita e la carriera di “Albertone”. La mostra prosegue al teatro dei Dioscuri proietterà Storia di un italiano, il programma televisivo a cui Sordi era particolarmente legato.

La villa, che aprirà al pubblico per la prima volta, fu progettata negli anni trenta dall’architetto Clemente Busiri Vici e Sordi la vide per la prima volta nel 1954, rimanendone così affascinato da comprarla poche ore dopo averla visitata.

“Una grande mostra per conoscere ancora meglio Alberto Sordi, che conosciamo tutti per la sua produzione, ma poco per quello che in effetti era. In mostra c’è una sezione nella quale abbiamo inserito del materiale ritrovato davvero incredibile”, dichiara il curatore Nicosia. “Ho cercato di rispettare gli ambienti che sono rimasti intatti dopo la morte, così come lui li aveva voluti e vissuti. Questa mostra ci permette di scoprire un Sordi che va oltre i successi e la fama e di conoscere storie che circolavano a proposito del suo privato”.

“È un appuntamento fondamentale per Roma, ma direi per l’Italia intera”, commenta la sindaca di Roma, Virginia Raggi. “Alberto Sordi ha sempre valorizzato il suo rapporto con il pubblico, che ha sempre ringraziato perché, come spesso ha raccontato, da giovane faceva la fame insieme al suo amico Federico Fellini. Nel corso della sua vita ha interpretato con delicatezza e precisione il romano medio, mettendone in luce gli aspetti positivi e negativi. Non c’è nessuno di noi che, vedendo uno dei suoi film, non si sia riconosciuto almeno in qualche aspetto. Nel centenario della sua nascita dobbiamo sentirlo parte della nostra famiglia ed alimentarne il legame. È un regalo per tutti i romani”. Nel frattempo, la mostra ha già registrato oltre 10mila prenotazioni da tutta Italia.

La mostra apre tutti i giorni dalle 10 alle 20, mentre venerdì e sabato apre dalle 10 alle 22. La biglietteria chiude un’ora prima.

Per tutte le informazioni potete telefonare al numero 06.85353031 oppure mandare una mail a info@centenarioalbertosordi.it.

Roma, la villa di Alberto Sordi apre le porte al pubblico per una mostra che ne celebra il centenario dalla nascita
Roma, la villa di Alberto Sordi apre le porte al pubblico per una mostra che ne celebra il centenario dalla nascita


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma