Le ceramiche di Guerrino Tramonti in mostra a Roma, a Villa Torlonia


Dall’11 giugno al 27 settembre Villa Torlonia (Roma) apre la mostra Alchimie di terra e di luce. I mille volti della ceramica di Guerrino Tramonti (Faenza 1915- 1992), tutta dedicata all’artista faentino considerato tra i più interessanti e prolifici creatori di opere d’arte ceramiche del 1900.

Partito dalla pittura, come ceramista ha proposto innovazioni sia nelle forme che nella tecnica e nei materiali. Infatti ha portato a Faenza il gres porcellanato ed ha sperimentato originali forme di invetriatura.

La lunga attività di direttore di Istituti d’Arte ha favorito la sua volontà di sperimentare nuove forme di arte applicata tra le quali l’arte dell’arazzo. Il tutto partendo da una solida base di disegno e di pittura che costituiscono altrettante forme espressive del suo vastissimo repertorio. La sua Casa-Museo, a Faenza, aperta nel 1987, raccoglie circa 390 opere distribuite in 7 sale e, dal 2010, è sede della Fondazione Guerrino Tramonti, promotrice della mostra romana. L’opera di Tramonti è ampiamente storicizzata anche attraverso una serie di mostre in Italia, in particolare a Roma a Palazzo Venezia nel 2009, a Urbino nella Casa di Raffaello nel 2010 ed in Giappone, dove le sue opere sono state esposte in un tour biennale che si è concluso poi al Museo Internazionale della Ceramica (MIC) di Faenza nel 2013. In questo Museo, per altro, sono esposte numerose opere di Tramonti. Opere dell’artista si possono ammirare in permanenza anche nella Galleria Sinopia di Roma.

La mostra è allestita presso la Casina delle Civette, splendido scrigno di arti applicate, la cui biblioteca è dedicata proprio a queste arti, rappresentando, quindi, l’ideale contenitore per l’esposizione di una selezionata serie di opere armonicamente inserita nelle varie stanze con richiami specifici tra la cromia delle vetrate e la cromia traslucida delle superfici ceramiche. Nella Dipendenza sono state inserite opere dalla cromia più vivace, soprattutto i particolarissimi piatti invetriati con cristallina a grosso spessore, i dipinti e gli arazzi. Una cinquantina, nel complesso, sono le opere in esposizione.

L’esposizione è organizzata dalla Fondazione Guerrino Tramonti in collaborazione con la Coop. Sociale “Apriti Sesamo” e la galleria antiquaria-arte contemporanea “Sinopia”, con il patrocinio della Città di Faenza e del MIC (Museo della Ceramica).

Per tutte le infomazioni potete visitare il sito ufficiale dei Musei di Villa Torlonia.

Nell’immagine: Guerrino Tramonti, Grande disco decorativo con cristallina a grosso spessore (1968-71; ceramica, 6,5 x 55,5 cm; Archivio Museo Tramonti). Ph. credit Raffaele Tassinari

Le ceramiche di Guerrino Tramonti in mostra a Roma, a Villa Torlonia
Le ceramiche di Guerrino Tramonti in mostra a Roma, a Villa Torlonia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER