Dal 3 novembre sette affreschi di Giandomenico Tiepolo svelati per la prima volta al pubblico


Al Palladio Museum di Vicenza, dal 3 novembre saranno svelati per la prima volta al pubblico sette affreschi di Giandomenico Tiepolo.

Sono sette importanti affreschi di Giandomenico Tiepolo (Venezia, 1727 - 1804), un tempo conservati presso una residenza privata della famiglia Valmarana, le opere che saranno svelate per la prima volta al pubblico alla mostra Tiepolo segreto, dal 3 novembre 2017 al Palladio Museum di Vicenza. I sette affreschi furono realizzati da Giandomenico Tiepolo, figlio di Giambattista, vent’anni dopo l’impresa di Villa Valmarana ai Nani, commissionata da Giustino Valmarana a lui e a Giambattista: Giandomenico eseguì gli affreschi per l’abitazione del figlio Gaetano, “adottando”, si legge nella presentazione, “non più il registro lieve e scherzoso della vita agreste ma il linguaggio aulico, monocromo ma nondimeno guizzante, della vicina architettura palladiana”.

È infatti un Tiepolo che dialoga con le architetture di Palladio quello che si vedrà dal 3 novembre. Si tratta peraltro di affreschi che, contrariamente ad altri presenti a Vicenza, si sono salvati dalle distruzioni della seconda guerra mondiale. I loro attuali proprietari, Camillo e Giovanni Franco, discendenti di quel Fausto Franco che seguì il salvataggio degli affreschi nel 1945, hanno deciso di destinarli al pubblico godimento. “Un’iniziativa lodevole e assai opportuna, in considerazione delle effettive distruzioni che gli affreschi di Tiepolo hanno subito a Vicenza durante la guerra”, dichiara Fabrizio Magani, direttore della Soprintendenza di Verona e curatore della mostra assieme a Guido Beltramini, direttore del Palladio Museum. Che aggiunge: “è importante quindi che oggi divenga fruibile al pubblico una parte importantissima del Tiepolo sopravvissuto”.

La mostra, visitabile negli orari d’apertura del Palladio Museum di Vicenza, avrà un catalogo con saggi di Magani, Beltramini, Luca Fabbri, Maristella Vecchiato e Giovanna Battista. In occasione dell’esposizione, per ampliare l’opportunità di conoscenza della pittura tiepolesca, sarà possibile accedere con biglietto ridotto alla Villa Valmarana ai Nani, e viceversa i visitatori della Villa avranno uno sconto sul biglietto del Palladio Museum. Tutte le informazioni sulla pagina dedicata nel sito del Palladio Museum.

Ecco quali sono i sette affreschi di Giandomenico Tiepolo:

1. Ercole con Cerbero incatenato, cm 492 x 368
2. Figura femminile con clava e leontea (Onfale? Deianira?) cm 445 x 315
3. Giove, cm 445 x 315
4. Ercole e l’Idra, cm 170 x94
5. Ercole sul rogo, iscrizioni: in alto a destra “Febraro 18 / 1773”, cm 170 x 94
6. Coppia di satiri con vaso di fiori, cm 235 x 175
7. Satiro con vaso e satiressa con tamburello, cm 235 x 175

Nell’immagine, la figura femminile con clava e leontea

Dal 3 novembre sette affreschi di Giandomenico Tiepolo svelati per la prima volta al pubblico
Dal 3 novembre sette affreschi di Giandomenico Tiepolo svelati per la prima volta al pubblico


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER