Gli Uffizi fanno tornare a casa il ritratto del duca d'Urbino. L'opera nelle Marche dopo 400 anni


Dal 14 aprile al 14 luglio 2019 il ritratto di Francesco I Della Rovere, eseguito da Tiziano, torna a casa: l’opera esposta in mostra a Urbania.

Ritorno a casa, seppur temporaneo, per il Ritratto di Francesco I della Rovere, duca d’Urbino, realizzato tra il 1536 e il 1538 da Tiziano Vecellio (Pieve di Cadore, 1490 circa - Venezia, 1576). Nato nel 1490 a Senigallia, Francesco della Rovere era nipote di Guidobaldo da Montefeltro e fu indicato da quest’ultimo, che non aveva eredi diretti, come suo successore: divenuto duca d’Urbino nel 1508, Francesco I rimase in carica fino all’anno della sua scomparsa, il 1538. Risale al 1536 un documento in cui il duca chiede la restituzione di un’armatura in modo che Tiziano potesse raffigurarla nel ritratto che stava eseguendo: la nota è utile per poter datare la realizzazione dell’opera dell’artista cadorino. Il ritratto si trasferì poi a Firenze, assieme a moltissime altre opere che costituivano un tempo le raccolte urbinati, a seguito del matrimonio tra Vittoria della Rovere, discendente di Francesco I, con il granduca Ferdinando II de’ Medici, celebrato nel 1634.

L’opera, che oggi è conservata agli Uffizi, è stata prestata per una mostra in corso dal 14 aprile al 14 luglio 2019 al Palazzo Ducale di Urbania, in quelle che furono un tempo le terre governate dai Montefeltro e dai della Rovere. Intitolata Francesco Maria I della Rovere di Tiziano, la rassegna è tesa a ricostruire le vicende delle collezioni roveresche. L’esposizione è organizzata dal Comune di Urbania - Biblioteca e Musei del Palazzo Ducale, in collaborazione con la Galleria degli Uffizi, con il Polo Museale delle Marche, la Regione Marche, la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro e l’Unione Montana Alta Valle del Metauro.

“Gli Uffizi”, dichiara il direttore del museo fiorentino, Eike D. Schmidt, “dedicano in questo mese di aprile un impegno particolare nella valorizzazione e nella dell’arte sui territori, una delle strategie culturali principali delle Gallerie, e questa esposizione, con il prestito ad Urbania del celebre Francesco I di Tiziano ne è esemplare testimonianza”.

Nell’immagine: Tiziano, Ritratto di Francesco I della Rovere (1536-1538; olio su tela, 114 x 103 cm; Firenze, Galleria degli Uffizi)

Gli Uffizi fanno tornare a casa il ritratto del duca d'Urbino. L'opera nelle Marche dopo 400 anni
Gli Uffizi fanno tornare a casa il ritratto del duca d'Urbino. L'opera nelle Marche dopo 400 anni


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER