Venezia e San Pietroburgo si incontrano in una mostra a Mestre che fa tornare a casa le opere dell'Ermitage


Dal 18 dicembre 2018 al 29 marzo 2019 è in programma a Mestre la mostra ’Venezia e San Pietroburgo. Artisti, principi e mercanti’

Il Museo Statale Ermitage custodisce una delle più ricche collezioni di arte veneziana al mondo: una collezione che ora in parte torna in Veneto, e per l’esattezza a Mestre, per essere esposta alla mostra Venezia e San Pietroburgo. Artisti, principi e mercanti, in programma dal 18 dicembre 2018 al 29 marzo 2019. La nascita della raccolta veneziana dell’Ermitage è tra i più avvincenti capitoli della storia del collezionismo, che ancora oggi ci sorprende con nuove scoperte e straordinari ritrovamenti. La mostra, eccezionalmente progettata per la sede espositiva della terraferma veneziana nel Centro Culturale Candiani a Mestre, documenta attraverso un gruppo di quadri e disegni (alcuni dei quali mai esposti in Italia) i percorsi che hanno condotto l’arte della Serenissima all’Ermitage, mettendo in evidenza affascinanti figure di collezionisti e mercanti.

Ognuna delle opere selezionate riassume, nella propria vicenda storica, un episodio specifico nella formazione della raccolta d’arte veneziana del museo russo. Saranno così esposti dipinti dei massimi artisti veneti a partire dal Cinquecento, come Tiziano, Veronese, Tintoretto, Bellotto, Canaletto, Tiepolo e Guardi. Allo stesso tempo sarà dato spazio ai rapporti fra i maestri veneziani e i mecenati russi nel corso del Settecento, accostando disegni di artisti presenti sia nelle collezioni della Fondazione Musei Civici di Venezia sia all’Ermitage. È il caso di Giacomo Quarenghi, di cui il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe del Museo Correr possiede 45 fogli in gran parte inediti, cui saranno affiancati disegni di Bartolomeo Tarsia, Pietro Antonio Novelli e Francesco Fontebasso: artisti che hanno espresso proprio nella loro attività per la corte russa alcuni dei momenti più fertili della loro creatività. Al nome di Giambattista Tiepolo sono legate, infine, due collezioni “gemelle” presenti sia a Venezia che San Pietroburgo: si tratta degli album Gatteri e Beurdeley che contengono disegni a gessetto su carta azzurra, di cui si espone, per la prima volta assieme, una scelta. Un percorso con capolavori prestati da uno dei più grandi e importanti musei del mondo, in un luogo non convenzionale per l’arte antica; un evento reso possibile grazie all’Accordo di collaborazione tra il Comune di Venezia e il Museo Statale Ermitage – nell’ambito degli accordi Italia-Russia – per l’istituzione e Venezia di “Ermitage Italia”.

La rassegna è curata da Irina Artemieva e Alberto Craievich. Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 041 2405211, mandare una mail a info@fmcvenezia.it oppure visitare il sito della Fondazione Musei Civici Venezia cliccando qui.

Venezia e San Pietroburgo si incontrano in una mostra a Mestre che fa tornare a casa le opere dell'Ermitage
Venezia e San Pietroburgo si incontrano in una mostra a Mestre che fa tornare a casa le opere dell'Ermitage


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER