Napoli, dodici fotografi raccontano il vuoto e la sospensione della routine al tempo del lockdown


Dal 15 luglio al 18 settembre 2022 la Casa della Fotografia di Villa Pignatelli a Napoli presenta la mostra Italia In-attesa: dodici fotografi raccontano il vuoto e la sospensione nella vita ordinaria nel periodo del lockdown. 

Alla Casa della fotografia di Villa Pignatelli a Napoli apre al pubblico dal 15 luglio al 18 settembre 2022 la mostra Italia In-attesa. 12 racconti fotografici, progetto promosso dal Ministero della Cultura e realizzato dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea e dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania e il Museo Diego Aragona Pignatelli Cortés. Curato da Margherita Guccione e Carlo Birrozzi ed esposto per la prima volta nel 2021 nelle sale di Palazzo Barberini - Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma, il progetto giunge ora a Napoli, con un allestimento voluto da Marta Ragozzino. Anche nell’allestimento napoletano, la mostra presenta le opere commissionate a fotografi italiani di età, genere e linguaggio diverso, nell’ambito di un’ampia ricerca dedicata alla creazione di un archivio visivo dell’Italia durante la pandemia.

Selezionati da un Comitato Scientifico presieduto da Margherita Guccione, i fotografi hanno realizzato progetti volti a raccontare il vuoto e la sospensione nella vita ordinaria nel periodo del lockdown.

Olivo Barbieri, Antonio Biasiucci, Silvia Camporesi, Mario Cresci, Paola De Pietri, Ilaria Ferretti, Guido Guidi, Andrea Jemolo, Francesco Jodice, Allegra Martin, Walter Niedermayr, George Tatge, questi i dodici fotografi scelti, sono entrati nel vivo di una partita complessa, di una storia di disagio che ci ha messi di fronte ad alcune delle questioni esistenziali più complesse del tempo presente.

Oltre cento le fotografie esposte lungo un percorso pensato da Alessandro Demma, che si snoda nelle otto sale al primo piano di Villa Pignatelli, in un dialogo continuo tra storia e attualità, architettura e fotografia, tradizione e sperimentazione.

Un racconto per immagini, corale e polifonico, della situazione vissuta nei mesi più cupi della crisi sanitaria. L’attesa di un tempo nuovo, la speranza di una visione in grado di superare il tempo dilatato, infinito e vuoto, l’esigenza di riscoprire il paesaggio, la natura, l’architettura, gli spazi pubblici, le opere d’arte, gli oggetti comuni mai visti prima dagli sguardi inattesi di dodici fotografi italiani, che hanno immortalato nei loro scatti la “durata”, intesa come spazio in cui l’io vive il presente e nel presente, con la memoria del passato e l’anticipazione del futuro.

Le immagini e le fotografie prodotte per Italia In-attesa sono parte delle collezioni dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione e sono state inserite all’interno di un fondo dedicato alla documentazione del paese nei mesi difficili dell’emergenza sanitaria.

Orari: da mercoledì a lunedì dalle 9.30 alle 17. Chiuso il martedì.

Biglietti: Intero 5 euro, ridotto 2 euro per ragazzi dai 18 ai 25 anni. Gratuito per under 18.

Immagine: Andrea Jemolo, Un racconto silenzioso, La villa (Roma, 2020)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostra Italia In-attesa. 12 racconti fotografici
CittàNapoli
SedeVilla Pignatelli
DateDal 15/07/2022 al 18/09/2022
ArtistiWalter Niedermayr, Olivo Barbieri, Antonio Biasiucci, Mario Cresci, George Tatge, Paola De Pietri, Francesco Jodice, Guido Guidi, Silvia Camporesi, Ilaria Ferretti, Andrea Jemolo, Allegra Martin
CuratoriMargherita Guccione, Carlo Birrozzi
TemiNapoli, Fotografia

Napoli, dodici fotografi raccontano il vuoto e la sospensione della routine al tempo del lockdown
Napoli, dodici fotografi raccontano il vuoto e la sospensione della routine al tempo del lockdown


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE