Gioco gratuito insegna a vivere responsabilmente a Venezia, rispettando l'ambiente


Climate Hero è un nuovo gioco che intende insegnare a vivere responsabilmente a Venezia, nel rispetto dell’ambiente.

M9 Edu, dipartimento educativo di M9 - Museo del ’900, celebra i 1600 anni della nascita di Venezia (25 marzo 421 è il giorno di fondazione della Città di Venezia) presenta Climate Hero, un nuovo progetto di edutainment di M9 Edu. Si tratta di un nuovo gioco in cui i giocatori impareranno a vivere responsabilmente, poiché invitati a rispettare e proteggere l’ambiente

Sviluppato sulla piattaforma Minecraft, in collaborazione con Maker Camp, partner tecnologico, il nuovo gioco vedrà protagonista un eroe moderno: un paladino della sostenibilità che accetta la sfida per sensibilizzare grandi e bambini sui temi del Semestre Green di M9e dei più importati tra i 17 obiettivi, lanciati dall’ONU nel 2015, inseriti nell’Agenda 2030.

Climate Hero vede da un lato Minecraft ricordare la millenaria storia della città, con la precisa riproduzione mappale della laguna veneziana, e dall’altro Maker Camp. Quest’ultimo, specializzato nell’utilizzo educativo di Minecraft all’interno della scuola italiana e nei musei, annuncia il lancio di questo nuovo avvincente gioco scaricabile gratuitamente. Insegnare a vivere consapevolmente e parlare ai ragazzi per riflettere su temi complessi quali quelli legati ai cambiamenti climatici senza precludere la caratteristica del gioco, attraverso “mondi” sorprendenti: questa è la mission di Climate Hero. Si va dallo sviluppo sostenibile, dove i giocatori sono impegnati a coltivare orti urbani o a creare filiere corte e reti economiche solidali, al servizio di sicurezza e controllo urbano per multare automobilisti che usano auto inquinanti, fino alle gondole veneziane con un pronto servizio di “gondola sharing”. Il giocatore di Climate Hero diventa protagonista di azioni a energia pulita: una serie di turbine eoliche che sfruttano i venti provenienti dal mare e file di pannelli solari, pronti a intercettare i raggi solari, condurranno i gamer a un epico finale tutto da scoprire. 

"Climate Hero è il risultato di un percorso che è partito tre anni fa, quando M9 ha deciso di sperimentare percorsi didattici utilizzando la piattaforma videoludica Minecraft Education Edition. Una piattaforma versatile che consente di lavorare trasversalmente su diverse discipline, dalla matematica alla storia dall’educazione civica all’arte" spiega il direttore scientifico di M9 – Museo del ’900 Luca Molinari. "È stato ricostruito fedelmente tutto il Polo M9. Da qui è nata l’idea di costruire un percorso didattico permanente che abbiamo chiamato M9 Edu Craft. Il giocatore all’interno del distretto virtuale trova prove da compiere a difficoltà graduale su temi legati a M9 e ai programmi curricolari scolastici. La naturale evoluzione di questo percorso è stato il lancio del contest M9 Urban Landscape, alla sua terza edizione in corso in questo momento. Nel 2020 il contest ha visto la partecipazione di 700 scuole, più di 14.500 ragazzi tra territorio nazionale e internazionale. Siamo consapevoli del potere educativo di questo mezzo e del fatto che attraverso il gaming possiamo raggiungere una comunità ampia che va oltre la proposta scolastica. La sfida che ci siamo posti con Climate Hero è quella di raggiungere più ragazzi possibili, soprattutto quella fascia di giovani che faticano ad avvicinarsi alle proposte e ai percorsi culturali di scuole, musei e centri culturali". 

Il gioco è scaricabile gratuitamente a questo link

Gioco gratuito insegna a vivere responsabilmente a Venezia, rispettando l'ambiente
Gioco gratuito insegna a vivere responsabilmente a Venezia, rispettando l'ambiente


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma