Gualtieri, la casa-museo di Ligabue si arricchisce di due nuovi dipinti


Dall’ 1 agosto la casa-museo di Antonio Ligabue a Gualtieri espone due nuovi dipinti che sono entrati nella collezione.

Due nuovi dipinti arricchiranno la collezione della casa-museo Antonio Ligabue a Gualtieri. Si tratta del Ritratto di Cesarina Aprici e de Le due madri, opere che saranno visibili su appuntamento, dall’1 agosto al 18 ottobre, nella casa dove abitava l’artista. Eseguite nel 1961, fanno parte dell’ultima produzione di Antonio Ligabue (Zurigo 1899 – Gualtieri 1965). 

“Il rapporto tra Cesarina e Ligabue” ha commentato il direttore della casa-museo, Giuseppe Caleffi “sembra quasi riportarci al ’Dolce stil novo’ dove Cesarina è la ’sua’ Beatrice, idealizzata e irraggiungibile”. Ne Le due madri l’artista ha raffigurato in una stalla, accanto a una madre con il bambino in braccio, una mucca con vitellino. 

Il Ritratto di Cesarina Aprici sarà collocato nella camera da letto, oggi nella disponibilità della casa-museo, dove Antonio Ligabue dormiva nella locanda Crocebianca e dove dipinse il quadro.

Ligabue arrivò a Gualtieri, dalla Svizzera, nel 1919, e anche qui trascorse una vita durissima: per poter vivere lo scariolante, cioè il bracciante che trasportava merce con la carriola, sulle rive del Po. Iniziò a dipingere alla fine degli anni Venti, apprezzato da rari estimatori, tra cui Marino Mazzacurati, uno dei più grandi artisti italiani del primo Novecento, esponente di spicco della Scuola Romana. Tra i suoi temi più ricorrenti, gli animali selvaggi e domestici, il lavoro dei campi e i molti autoritratti.

Ph.Credit Ansa

 

Gualtieri, la casa-museo di Ligabue si arricchisce di due nuovi dipinti
Gualtieri, la casa-museo di Ligabue si arricchisce di due nuovi dipinti


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma