Oltre 170 opere digitalizzate, tour e mostra virtuali: la Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze entra in Google Arts & Culture


La Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze entra in Google Arts & Culture con oltre 170 opere digitalizzate, tour virtuale del museo e una mostra online. 

La Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze diventa virtuale e grazie a Google Arts & Culture mette online il suo museo: è possibile vedere infatti, attraverso la piattaforma tecnologica sviluppata da Google, oltre 176 opere, tra reperti e modelli naturalistici, strumenti scientifici, volumi, ma la collezione virtuale è in continuo aggiornamento e nei prossimi mesi saranno disponibili molte altre opere. Tra quelle già online, i modelli dei fiori della Manifattura Brendel, l’Erbario Paulucci, l’Erbario Marchi, modelli anatomici in cera, i disegni dell’Accademia di Arti e Manifatture, alcuni volumi della Biblioteca, modelli di ingranaggi della collezione di Meccanica e strumenti relativi ad altri aspetti della fisica, come elettricità e magnetismo, termodinamica, ottica, acustica. Le opere sono state realizzate, per la maggior parte, nella seconda metà dell’Ottocento.

Oltre alla digitalizzazione delle opere, è stata resa possibile la visita virtuale del percorso museale, che include il Corridoio del Planetario, la Sala Andromeda, la Biblioteca, il Gabinetto di Fisica, il Planetario e la Sala Corridi, per ripercorrere alcuni momenti più significativi della didattica scientifica dell’Ottocento.

È visitabile inoltre la mostra L’erbario della Marchesa: la rassegna digitale presenta l’attività scientifica di una naturalista della seconda metà dell’Ottocento: Marianna Panciatichi Ximenes d’Aragona Paulucci. La marchesa donò nel 1902 il cosiddetto Erbario Paulucci all’allora Istituto Tecnico Toscano “Galileo Galilei” di Firenze: si tratta di una raccolto che comprende 4153 exsiccata ascrivibili a 1492 taxa. Realizzato nell’arco di circa vent’anni, è suddiviso in due grandi gruppi di piante, a seconda della loro provenienza toscana (Plantae Thusciae) o più genericamente italiana (Plantae Italicae). La maggior parte degli esemplari appartiene al primo gruppo e, in particolare, alle zone relative alle varie tenute di famiglia. L’erbario è ancora oggi interamente conservato e fa parte delle collezioni naturalistiche del Museo della Fondazione Scienza e Tecnica, che custodisce l’intero patrimonio scientifico dell’Istituto, fondato nel 1850.   

Nell’immagine, il Gabinetto di Fisica

 

Oltre 170 opere digitalizzate, tour e mostra virtuali: la Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze entra in Google Arts & Culture
Oltre 170 opere digitalizzate, tour e mostra virtuali: la Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze entra in Google Arts & Culture


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma