Al museo ora arriva anche l'influencer di prodotti cosmetici. Con tappe in tre città


Si allarga il capitolo “influencer nei musei” e adesso tre istituti (il Museo Omero di Ancona, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto e il MUSMA di Matera) ospitano il tour di un'nfluencer di cosmetici, Estetista Cinica. Che farà conoscere i musei e venderà i suoi prodotti.

Tre tappe in tre musei, ovvero il Museo Tattile Statale Omero di Ancona, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto e il Museo di Scultura Contemporanea (MUSMA) di Matera, per il tour Bellezze al museo che vede per protagonista una influencer di prodotti cosmetici nonché imprenditrice del settore della bellezza, Estetista Cinica (alias Cristina Fogazzi), creatrice di una linea di prodotti e famosa grazie ai suoi account social, in particolare il profilo Instagram che raduna oltre 800mila follower interessati a tutti i temi che riguardano la cosmesi.

Il progetto si pone l’obiettivo di far conoscere i tre luoghi della cultura ai fan e alle fan dei suoi account social, per i quali veranno messi in palio 500 ingressi ad ogni museo, e in più, poiché al Museo Omero di Ancona l’ingresso è già gratis di suo, a questo istituto verrà devoluta anche una donazione per l’Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero ODV- ONLUS che ne supporta le attività. Ovviamente il fine sarà anche quello di far conoscere i prodotti de “l’Estetista Cinica”, dal momento che in ogni tappa chiunque lo vorrà potrà acquistare i cosmetici, ottenere una consulenza viso e corpo con le esperte che affiancheranno Fogazzi nel tour, e ricevere gadget targeti “Estetista Cinica”. Il tour fa tappa ad Ancona il 26 e 27 giugno, a Taranto il 3 e 4 luglio, e a Matera il 10 e l’11 luglio.

“Giriamo le piazze come moderni ambulanti”, dichiara Fogazzi. “Da voi passava il furgone dell’arrotino? Ecco io volevo una versione: Donne è arrivata l’estetista cinica: cellulite, brufoli, pori dilatati”. “Piazzisti in versione moderna e social”, scrive l’ufficio stampa del Museo Archeologico Nazionale di Taranto in una nota, “che hanno deciso di investire nella loro idea di ripartenza e bellezza, abbinando all’impresa la promozione del territorio e della cultura”.

“Parliamo alle donne di un museo che racconta tanto le donne”, afferma la direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Eva Degl’Innocenti, “e lo facciamo nello stile di Opaka Sabaleida, di cui conserviamo ancora il meraviglioso corredo in oro. Perché la bellezza è coinvolgente, così come il buon gusto, la cura del corpo e dello spirito, e la bellezza ha un effetto moltiplicatore che può trasformarsi in promozione ma anche in occasioni di sviluppo territoriale. Dopo un anno difficile, abbiamo tutti bisogno di arte e bellezza. E Taranto e il suo Museo Archeologico Nazionale ne hanno tanta da far conoscere al mondo”.

Nella foto, il furgone di Estetista Cinica.

Al museo ora arriva anche l'influencer di prodotti cosmetici. Con tappe in tre città
Al museo ora arriva anche l'influencer di prodotti cosmetici. Con tappe in tre città


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Forte di Bard: pillole sulle mostre, video inediti e campagna social per tutti
Forte di Bard: pillole sulle mostre, video inediti e campagna social per tutti
Pisa, a Palazzo Blu aprono i nuovi allestimenti della collezione permanente
Pisa, a Palazzo Blu aprono i nuovi allestimenti della collezione permanente
10 musei d'arte e archeologia con bellissime sedi affacciate sul mare
10 musei d'arte e archeologia con bellissime sedi affacciate sul mare
Il MAO di Torino in 3D per un progetto rivolto alle scuole
Il MAO di Torino in 3D per un progetto rivolto alle scuole
In Spagna apre un nuovo grande museo d'arte contemporanea, con opere da Goya ad Ai Weiwei
In Spagna apre un nuovo grande museo d'arte contemporanea, con opere da Goya ad Ai Weiwei
Pompei, riaprono al pubblico la Casa dei Ceii e il complesso di Giulia Felice
Pompei, riaprono al pubblico la Casa dei Ceii e il complesso di Giulia Felice