Pompei, quattro cittadine lanciano petizione per chiedere un biglietto annuale agevolato


A Pompei quattro cittadine lanciano una petizione per chiedere l'introduzione di un biglietto annuale per accedere al Parco Archeologico

Quattro cittadine di Pompei (Anna Grazioso, Carlotta Amitrano, Marina Minniti e Sonia Di Prisco) hanno da poco lanciato la petizione Pompei 365 per chiedere agli enti preposti l’istituzione di un biglietto annuale agevolato al fine di permettere l’ingresso al Parco Archeologico di Pompei per 365 giorni l’anno. L’idea nasce per permettere una miglior valorizzazione del sito, per estendere l’accesso ai cittadini dell’area vesuviana (che potrebbero così accedere al Parco tutte le volte che lo desiderano), e per ottimizzare i flussi dei visitatori (soprattutto quelli che accedono al parco nei giorni delle domeniche gratuite).

“Noi cittadini, seguendo l’esempio della recente istituzione del biglietto annuale nella Reggia di Caserta e nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli, e sulla scia di quanto già accade da tempo nei maggiori musei europei (tra gli altri: Museo storico-artistico di Vienna e Tesori Imperiali, Musei dei Paesi Bassi – un unico biglietto per tutti i musei della nazione; Musei statali di Berlino)”, si legge nel testo indirizzato al ministro Alberto Bonisoli e ai soprintendenti Massimo Osanna e Pietro Amitrano, “chiediamo l’istituzione di un biglietto annuale agevolato agli Scavi archeologici di Pompei, rivolto a tutti i cittadini dell’Unione Europea, che consenta l’accesso al sito per 365 giorni a partire dalla data di emissione, ai fini di una migliore fruizione e promozione dello stesso”.

Quanto chiesto da Grazioso, Amitrano, Minniti e Di Prisco, spiegano le cittadine in una nota, è già realtà in diversi musei (per esempio a Paestum dove il biglietto annuale costa 25 euro, e lo stesso per il parco della Reggia di Caserta, mentre in Lombardia con una card da 45 euro è possibile accedere per un anno a tutti i musei statali della regione). Tutti i cittadini, dichiarano infatti le quattro promotrici della petizione, “sono chiamati a difendere e ad amare Pompei in quanto patrimonio dell’umanità, città ancora viva, che ci restituisce ogni giorno nuovi tesori”, e devono pertanto avere “l’opportunità di avvicinarsi al sito”, così che “lo vivano ogni giorno, rendendolo parte delle loro vite”.

Per informazioni e per firmare la petizione ci si può collegare alla pagina Facebook di Pompei 365.

Ph.Credit 

Pompei, quattro cittadine lanciano petizione per chiedere un biglietto annuale agevolato
Pompei, quattro cittadine lanciano petizione per chiedere un biglietto annuale agevolato


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER