Il Prado nega il prestito di tre opere di El Greco al Louvre: “per il bicentenario del museo, le collezioni devono rimanere integre”


Il Prado di Madrid ha negato il prestito di tre opere di El Greco al Louvre: per il bicentenario del museo, le collezioni devono rimanere integre.

Il Museo del Prado di Madrid ha negato al Louvre di Parigi il prestito di tre opere di El Greco (Domínikos Theotokópoulos; Candia, 1541 - Toledo, 1614): il museo francese le aveva chiesto a quello spagnolo per una grande mostra dedicata al pittore greco, annunciata come la più completa retrospettiva che gli sia mai stata dedicata su suolo francese (si terrà dal 16 ottobre 2019 al 10 gennaio 2020 al Grand Palais e il Louvre figurerà come co-produttore). Le opere negate sono La fuga in Egitto del 1570, la Trinità del 1577 e Una favola del 1580. La motivazione? Quest’anno cade il bicentenario della fondazione del Prado: e per il compleanno numero 200 del prestigioso museo spagnolo, tutti i visitatori devono vedere tutte le opere della raccolta. “Il miglior modo per celebrare il bicentenario del Prado”, si legge infatti nel programma del museo, “è mostrare integre le sue collezioni”.

C’è però da dire che questo assunto non sempre è stato rispettato quest’anno: per esempio, il Transito della Vergine di Andrea Mantegna, una delle più famose opere della collezione, è stato prestato alla National Gallery di Londra. E sempre alla National Gallery sono stati inviati tre dipinti di Sorolla per la grande mostra sul pittore valenciano tenutasi proprio quest’anno presso il museo inglese. Tuttavia dal museo fanno sapere anche che la moratoria che vieta i prestiti per l’anniversario non riguarda i prestiti che erano già stati accordati prima o quelli che rientrano nell’ambito di accordi pluriennali.

Il quotidiano El País ha comunque ricostruito per intero la vicenda, affermando che i contatti tra il curatore della mostra su El Greco, Guillaume Kientz, e il direttore del Prado, Miguel Falomir, risalgono al 2017, quando fu formulata una richiesta scritta al Prado da parte del Grand Palais, che ottenne però risposta negativa nel settembre di quell’anno. In seguito, una delegazione francese si è anche recata in visita al Prado per cercare di convincere Falomir, ma senza successo. Tuttavia il museo spagnolo, riporta El País, sostiene anche che dalla Francia non sia arrivata “nessuna richiesta formale per nessuna opera”.

Kientz, che fino allo scorso gennaio è stato responsabile della pittura spagnola al Louvre (adesso invece è conservatore dell’arte europea al Kimbell Art Museum di Fort Worth in Texas), dichiara: “mi sarebbe piaciuto se il Prado avesse partecipato a questa impresa. Abbiamo insistito in tutti i modi in cui è stato possibile farlo. E la versione del Prado è sempre stata la stessa: nell’anno del bicentenario, non possono prestare nessuna opera. Possiamo capire che le sale non debbano rimanere vuote in un anno in cui cade un anniversario, ma a volte si potrebbe trovare una soluzione”. Per il curatore, il diniego del Prado è stato una “sorpresa”, tenendo conto delle buone relazioni tra i due musei. Lo staff, quest’estate, ha anche giocato la carta della diplomazia, cercando di coinvolgere l’ambasciata spagnola in Francia. Ma anche questo tentativo non ha dato frutti, perché il Prado si è dimostrato irremovibile.

Nell’immagine: El Greco, Una favola (1580; olio su tela, 50,5 x 63,6 cm; Madrid, Prado)

Il Prado nega il prestito di tre opere di El Greco al Louvre: “per il bicentenario del museo, le collezioni devono rimanere integre”
Il Prado nega il prestito di tre opere di El Greco al Louvre: “per il bicentenario del museo, le collezioni devono rimanere integre”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER