Noto ritrova le sue origini: riapre dopo 35 anni il Museo Civico Archeologico


A Noto riapre al pubblico dopo trentacinque anni il Museo Civico Archeologico: dieci sale espositive e centinaia di reperti dalla Preistoria al Medioevo.

Il Museo Civico Archeologico di Noto riapre oggi al pubblico dopo trentacinque anni. Allestito nei bassi del Complesso Monumentale del Santissimo Salvatore - Ex Monastero delle Benedettine, il museo si snoda in dieci sale espositive con centinaia di reperti che vanno dall’Età Preistorica a quella Medievale. L’inaugurazione si è svolta alla presenza del Soprintendente di Siracusa Salvatore Martinez e del direttore del Parco Archeologico di Siracusa, Eloro, Villa del Tellaro e Akrai Carlo Staffile.

“Dopo tanta fatica e il coinvolgimento di tante persone e tanti Enti”, ha commentato il sindaco Corrado Bonfanti, “riapriamo un museo che è espressione ritrovata delle nostre radici. Un museo che aveva cominciato le sue attività nel 1965, per poi chiudere i battenti definitivamente nel 1986. Sono passati trentacinque anni. Ho la necessità e il desiderio di ringraziare tutte le persone che si sono impegnate in questo lungo lavoro collettivo: Sovrintendenza, Parco Archeologico, professionisti e tante altre strutture intermedie che hanno reso meno difficile il percorso, oltre alle maestranze e alle Dìditte che hanno appaltato lavori e servizi. Non è stato facile, sia chiaro, perché c’è voluto un approccio delicatissimo a una storia di millenni che solo figure competenti ci hanno permesso di ricostruire, con innesti legati anche alla nuova tecnologia che renderanno più avvincente la visita al museo”.

Noto ritrova così le sue origini, tra manufatti e oggetti provenienti da decine di campagne di scavi realizzate tra Monte Finocchitto e la Necropoli di Castelluccio, con l’epigrafe del Gymnasium recuperata a Noto Antica e i resti del santuario di Demetra e Kore dell’antica Eloro, la colonia Greca sul mare. Un viaggio tra le origini di Noto, arricchito dalle ricostruzioni al computer.

 

Noto ritrova le sue origini: riapre dopo 35 anni il Museo Civico Archeologico
Noto ritrova le sue origini: riapre dopo 35 anni il Museo Civico Archeologico


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Il vero Decameron di Boccaccio raccontato online dalla Casa Boccaccio di Certaldo
Il vero Decameron di Boccaccio raccontato online dalla Casa Boccaccio di Certaldo
Firenze, due storiche dell'arte rilanceranno la Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti
Firenze, due storiche dell'arte rilanceranno la Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti
Palazzo Ducale di Mantova acquisisce importante scultura del '400 a Parigi
Palazzo Ducale di Mantova acquisisce importante scultura del '400 a Parigi
Come portare arte e storia nel quotidiano: il Musée d'Art et d'Histoire di Ginevra si rinnova
Come portare arte e storia nel quotidiano: il Musée d'Art et d'Histoire di Ginevra si rinnova
Pisa, apre finalmente il grande Museo delle Navi Antiche agli arsenali medicei
Pisa, apre finalmente il grande Museo delle Navi Antiche agli arsenali medicei
Alla scoperta virtuale dei capolavori di Bruegel ai Musei Reali di Belle Arti del Belgio
Alla scoperta virtuale dei capolavori di Bruegel ai Musei Reali di Belle Arti del Belgio