A Roma nasce la Card da 5 euro per accedere a tutti i musei civici


A Roma nasce la card Mic: con 5 euro all’anno residenti permanenti e temporanei potranno visitare tutti i musei della città illimitatamente.

A Roma è nata la nuova card Mic (Musei In Comune), la tessera che consentirà di accedere illimitatamente a tutti i musei civici della Capitale per tutto l’anno, al solo costo di 5 euro. Partirà nella primavera del 2018 e sarà riservata esclusivamente ai residenti e ai domiciliati nel Comune di Roma. La delibera comunale che istituisce la card Mic è stata approvata giovedì.

La card darà dunque accesso a diversi musei: i Musei Capitolini, il Museo dell’Ara Pacis, il Museo dei Fori Imperiali - Mercati di Traiano, il Museo di Roma, il Museo di Roma in Trastevere, la Galleria d’Arte Moderna, il Museo della Centrale Montemartini, i Musei di Villa Torlonia, il Museo Civico di Zoologia, a cui s’aggiungono i musei che sono già a ingresso gratuito, ovvero il Museo Napoleonico, il Museo di scultura antica Giovanni Barracco, il Museo Carlo Bilotti, il Museo Canonica, il Museo delle MUra, il Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina, la Villa di Massenzione e il Museo di Casal de’ Pazzi.

“Una grande opportunità per chi vive a Roma”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi. “Avere la possibilità di entrare nei musei e visitare liberamente le mostre, al solo costo di 5 euro l’anno, vuol dire potersi riappropriare degli spazi culturali cittadini, vuol dire sentirsi a casa in tutta Roma. Mi auguro che questo strumento permetta a chi vive nella Capitale di trascorrere più tempo nei luoghi della cultura, per conoscere, scoprire e approfondire l’immenso patrimonio storico e artistico così come la vita culturale contemporanea della nostra città”.

“Questo è un passo decisivo verso l’accessibilità e la fruibilità della cultura per chi vive a Roma”, afferma invece l’assessore alla crescita culturale Luca Bergamo “I nostri Musei sono e saranno sempre di più delle grandi piazze pubbliche, dei luoghi in cui dare qualità al proprio tempo insieme agli altri. L’obiettivo è generare curiosità nelle persone, offrirgli l’occasione di passare diversamente anche solo una parte della propria giornata e attrarre sempre più coloro che normalmente hanno minori opportunità di accesso a questi luoghi. Dobbiamo essere tutti grati alla Sovrintendenza Capitolina per il lavoro che ogni giorno fa il cui successo é la condizione che ha reso possibile l’introduzione di questa libertà”.

Immagine: Musei Capitolini. Ph. Credit Finestre sull’Arte

A Roma nasce la Card da 5 euro per accedere a tutti i musei civici
A Roma nasce la Card da 5 euro per accedere a tutti i musei civici


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Museo Ginori di Sesto Fiorentino, siglato l'accordo di valorizzazione
Museo Ginori di Sesto Fiorentino, siglato l'accordo di valorizzazione
Feltre, recuperato l'antichissimo Palazzo dei Vescovi: ospiterà il nuovo Museo Diocesano, su ben 27 sale
Feltre, recuperato l'antichissimo Palazzo dei Vescovi: ospiterà il nuovo Museo Diocesano, su ben 27 sale
Uffizi, la mecenate Veronica Atkins dona un milione di dollari per il restauro degli affreschi di Poccetti
Uffizi, la mecenate Veronica Atkins dona un milione di dollari per il restauro degli affreschi di Poccetti
La Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti acquisisce un dipinto di Vittorio Corcos, “Stella e Piero”
La Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti acquisisce un dipinto di Vittorio Corcos, “Stella e Piero”
Milano, alle Gallerie d'Italia un flash mob per la mostra sul Romanticismo
Milano, alle Gallerie d'Italia un flash mob per la mostra sul Romanticismo
Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli un videogioco in sette lingue vuol valorizzare il patrimonio dell'istituto
Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli un videogioco in sette lingue vuol valorizzare il patrimonio dell'istituto