Visitare Santa Maria della Scala pilotando un Avatar da casa


Attraverso la piattaforma BrainControl è possibile visitare le sale del complesso museale di Santa Maria della Scala di Siena pilotando da casa un Avatar. 

Visitare da casa il complesso museale di Santa Maria della Scala? Si può, attraverso un Avatar che potrete pilotare come desiderate all’interno di alcune sale del museo. A rendere possibile questa particolare visita è la piattaforma BrainControl, presentata dal museo senese lo scorso gennaio.

Sarà una visita da remoto attraverso un Avatar teleguidato. Provare quest’esperienza è semplice: è necessario prenotare la visita attraverso la piattaforma BrainControl, collegarsi da remoto a un Avatar e pilotarlo in modo autonomo per muoversi all’interno di parte del museo. Il visitatore può interagire e relazionarsi con gli altri visitatori e le guide presenti all’interno del museo. E’ possibile regolare audio, video e altezza del campo visivo, per osservare meglio gli oggetti esposti o leggere le didascalie descrittive, rendendo l’esperienza del tutto immersiva.

L’uso dell’Avatar è previsto il martedì pomeriggio e le sale attualmente visitabili sono le Sale Mascioli (dove è allestita la mostra Dürer, Altdorfer e i maestri nordici dalla Collezione Spannocchi di Siena), Pellegrinaio, la Cappella del Manto e il Museo d’Arte per bambini.

Visitare Santa Maria della Scala pilotando un Avatar da casa
Visitare Santa Maria della Scala pilotando un Avatar da casa


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER