Finisce il restauro del trittico di Gherardo Starnina: il capolavoro ora torna in Germania


Il trittico di Würzburg, capolavoro di Gherardo Starnina, torna in Germania a fine gennaio: terminato l'intervento di restauro.

Si è concluso l’intervento di restauro sul trittico di Würzburg, capolavoro di Gherardo Starnina (Firenze, 1354 circa - prima del 1413), uno dei principali esponenti del gotico internazionale. L’opera dell’artista fiorentino vede nello scomparto centrale una Madonna col Bambino tra gli angeli, e in quelli laterali da una parte santa Margherita d’Antiochia e san Filippo, e dall’altra san Pietro e santa Maria Maddalena, risale al 1409 circa ed è conservata presso il Martin von Wagner Museum dell’Università di Würzburg, in Germania. Il trittico si trova in terra tedesca perché fu acquistato dal collezionista Martin von Wagner, che fu artista dei re di Baviera nel primo Ottocento. Von Wagner riconobbe la grande qualità delle tre tavole, all’epoca attribuite a un non meglio specificato primitivo toscano, e decise di comperarle per la propria collezione. La paternità a Gherardo Starnina è stata riconosciuta di recente.

Le tre tavole che compongono l’opera sono state esposte alla Galleria dell’Accademia di Firenze in occasione dell’importante mostra monografica su Giovanni dal Ponte dello scorso anno (cliccando qui è possibile leggere la nostra recensione), per iniziativa della direttrice della Galleria dell’Accademia, Cecilie Hollberg: prima della rassegna, le tavole furono sottoposte ad alcune indagini preliminari, e furono protagoniste di due giornate di studi durante le quali fu riconosciuta la grande importanza dell’opera nella fase di passaggio tra il gotico internazionale e il primo rinascimento. A mostra conclusa, l’opera è stata inviata nei laboratori dell’Opificio delle Pietre Dure per un restauro realizzato grazie al supporto della Ernst von Siemens Kunststiftung, fondazione tedesca attiva nel campo della tutela e della valorizzazione.

Il restauro ha dato anche modo alla Galleria dell’Accademia di Firenze e al Museo dell’Università di Würzburg di rintracciare venti frammenti che facevano un tempo parte dell’opera di Starnina (che quindi sarebbe non più un trittico, ma... un più complesso polittico). È stata dunque annunciata una mostra temporanea durante la quale verrà ripresentata la ricostruzione del polittico. Su proposta del direttore del Martin von Wagner Museum, Damian Dombrowski, della mostra si occuperà un team internazionale formato da esperti italiani, americani e tedeschi. Gli studi preliminari del progetto saranno invece realizzati grazie al supporto della Bayerische Forschungsallianz (Alleanza di ricerca della Baviera). L’opera di Gherardo Starnina tornerà in Germania alla fine di gennaio. Sulla mostra invece ancora non trapelano ulteriori informazioni.

Nell’immagine: Gherardo Starnina, Scomparto centrale e scomparti laterali di polittico: santa Margherita d’Antiochia e san Filippo; Madonna col Bambino tra angeli; san Pietro e santa Maria Maddalena (1409 circa; tempera su tavola, scomparto centrale: 161 x 77 cm, scomparti laterali: 127 x 76 cm; Würzburg, Martin von Wagner Museum der Universität Würzburg)

Finisce il restauro del trittico di Gherardo Starnina: il capolavoro ora torna in Germania
Finisce il restauro del trittico di Gherardo Starnina: il capolavoro ora torna in Germania


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER