Venezia, aperte al pubblico le sale private di Palazzo Reale, dopo quasi un secolo di oblio


Dal 15 luglio 2022 aprono al pubblico le venti sale private del Palazzo Reale di Venezia, splendidamente decorate e arredate. 

Oltre all’abituale percorso del Museo Correr, dal 15 luglio il pubblico potrà visitare le venti sale private del Palazzo Reale di Venezia. Splendidamente decorate e arredate, affacciate sui Giardini Reali, furono volute e abitate dagli esponenti di ben tre case regnanti (Bonaparte, Asburgo, Savoia) lungo tutto l’Ottocento fino al 1920. Dopo quasi un secolo di oblio con uso ad uffici e dispersione degli arredi, le sale saranno finalmente accessibili.

Dal primo progetto, concepito grazie alla collaborazione tra organi dello Stato e Comune di Venezia, sono stati necessari circa quindici anni di ricerche e lavori: studiosi, tecnici, esperti restauratori, artigiani eredi della tradizione veneziana, sala dopo sala, ritrovando i decori e le tappezzerie, ricollocando mobili e arredi originali, sono riusciti a recuperare tutta la suggestione che lega queste stanze a tanti illustri personaggi come Eugène de Beauharnais, l’imperatrice Sissi, Massimiliano d’Asburgo, re Vittorio Emanuele II, la regina Margherita di Savoia.

Nel ritrovato Palazzo Reale ciò che è ora possibile ammirare si deve all’unione di intenti e lavoro tra istituzioni pubbliche (Fondazione Musei Civici di Venezia e Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Venezia) e il mecenatismo privato internazionale del Comitato francese per la salvaguardia di Venezia.

Venezia, aperte al pubblico le sale private di Palazzo Reale, dopo quasi un secolo di oblio
Venezia, aperte al pubblico le sale private di Palazzo Reale, dopo quasi un secolo di oblio


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


GAM Torino, nuovo allestimento collezione '900. Centrale l'opera d'arte
GAM Torino, nuovo allestimento collezione '900. Centrale l'opera d'arte
Chi è Ilaria Bonacossa, nuova direttrice del Museo dell'Arte Digitale, il museo che non c'è
Chi è Ilaria Bonacossa, nuova direttrice del Museo dell'Arte Digitale, il museo che non c'è
Il Museo Archeologico di Bologna apre l'Agorà ispirandosi alle piazze dell'antica Grecia
Il Museo Archeologico di Bologna apre l'Agorà ispirandosi alle piazze dell'antica Grecia
A Oslo ha aperto il nuovo Munchmuseet, il museo interamente dedicato a Edvard Munch
A Oslo ha aperto il nuovo Munchmuseet, il museo interamente dedicato a Edvard Munch
Svolta in favore del clima per le National Galleries of Scotland: termina la partnership con BP
Svolta in favore del clima per le National Galleries of Scotland: termina la partnership con BP
Chiara Ferragni ancora per i musei: l'invito ad andare all'Ambrosiana quando riaprirà
Chiara Ferragni ancora per i musei: l'invito ad andare all'Ambrosiana quando riaprirà