La Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti acquisisce un dipinto di Vittorio Corcos, “Stella e Piero”


Importante acquisizione per la Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti: arriva ’Stella e Piero’, opera di Vittorio Corcos.

Nuova acquisizione per le Gallerie degli Uffizi: si tratta di Stella e Piero, dipinto di Vittorio Matteo Corcos (Livorno, 1859 - Firenze, 1933), che è stato destinato alla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti (che dopo la riforma Franceschini è entrata a far parte del polo museale guidato dagli Uffizi), dove si trova già esposto (in particolare nella sala 20). I due protagonisti sono due giovani raffigurati in un ambiente campestre: Stella, la ragazza, è leggermente imbarazzata mentre guarda verso l’osservatore, mentre Piero, al contrario, si sdraia dietro di lei ridendo e scherzando. In quest’opera, si legge nella presentazione, “emerge la bravura dell’artista che sembra aver stabilito con Stella un rapporto diretto, e che con la stessa attenzione che dedica alle suppellettili lucenti delle signore facoltose, ci restituisce il mondo della ragazza in tutta la sua autenticità. Indaga le sbreccature del muro sullo sfondo e racconta la ruvida tela del corsetto oramai stretto ed il grembiule di cotonina a fiori rossi. Stella, dalla bella giovane pelle arrossata dall’aria e dal sole, ci guarda con i profondi occhi azzurri: la sua malinconica ritrosia è lontanissima dalla malizia quasi sempre presente negli sguardi delle provocanti signore alla moda che Corcos era solito ritrarre, ma l’allontana anche dal dispettoso Piero che, steso sul muro di contenimento che le fa da spalliera, si diverte a infastidirla con i fili di paglia”.

Corcos, maestro del ritratto mondano, fu autore di dipinti realistici e molto raffinati: celebri sono soprattutto i suoi eleganti ritratti femminili, dai quali risulta evidente una notevole attenzione al dettaglio. Questi dettagli furono peraltro fonte d’ispirazione per un modello di femminilità che avrebbe avuto importante successo nella prima metà del Novecento (si pensi, per esempio, alle pubblicità). Il dipinto arrivato a Palazzo Pitti consente alla collezione del museo di allargarsi con un’opera che testimonia un altro interesse di Corcos, quello di documentare le piccole cose della natura nelle scene quotidiane: ambito in cui il pittore si confrontò con le ricerche suggestionate dalla letteratura del naturalismo francese.

“Le collezioni del museo continuano a crescere”, sottolinea il Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike D. Schmidt, “non solo attraverso doni – come lo spettacolare dipinto Ritratto di signora in giardino di Silvestro Lega, presentato tre mesi fa – ma anche con acquisizioni oculate, che completano le raccolte con opere che aprono nuove prospettive sulla storia dell’arte e la storia stessa dell’Otto e Novecento. Il dipinto appena comperato testimonia aspetti forse dimenticati della vita e del lavoro di quel periodo, e ci fa riflettere anche su una forma di artigianato tipicamente toscano, quello della paglia intrecciata, che va preservato nel nostro patrimonio intangibile”.

Immagine: Vittorio Corcos, Stella e Piero (1889; olio su tela, 112 x 86,5 cm; Firenze, Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti)

 

La Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti acquisisce un dipinto di Vittorio Corcos, “Stella e Piero”
La Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti acquisisce un dipinto di Vittorio Corcos, “Stella e Piero”


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER