Padova: un'innovativa modalità di visita per valorizzare il Battistero e il patrimonio di Domus Opera


Dal 9 luglio un nuovo percorso di visita tra la Cattedrale e il Battistero di Padova per valorizzare gli affreschi di Giusto de’ Menabuoi e il patrimonio culturale di Domus Opera. 

È nata Domus Opera. Cattedrale e Battistero, Palazzo vescovile e Museo diocesano: con questa nuova denominazione, volutamente in latino per esprimere la specificità e la molteplicità di valenze simboliche, storiche e culturali dell’intero complesso artistico-monumentale, ci si riferirà al complesso di beni artistici e architettonici che si affacciano su piazza Duomo a Padova. Con Domus si qualifica l’edificio “del Duomo” (la Cattedrale), la casa del Vescovo (Palazzo vescovile) e la Chiesa; con Opera si indica l’insieme degli edifici e dei manufatti realizzati nei secoli nella “cittadella episcopale”.

La nuova denominazione si accompagna a un nuovo progetto di valorizzazione e promozione del patrimonio artistico che la Diocesi di Padova ha voluto e realizzato in partnership con l’impresa culturale Kalatà di Mondovì (Cuneo), già attiva sul piano nazionale con progetti di valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale italiano. Il progetto è il risultato di un lungo processo avviato attraverso una prima analisi della Fondazione Fitzcarraldo, e proseguito con l’acquisizione di varie manifestazioni di interesse fino alla scelta del piano di gestione proposto da Kalatà.

Obiettivo è proporre un’innovativa modalità di visita del patrimonio culturale di Domus Opera, valorizzando il Battistero della Cattedrale con il suo ciclo di affreschi di Giusto de’ Menabuoi, capolavori del Trecento patavino, da un anno (24 luglio 2021) iscritto nel patrimonio mondiale Unesco I cicli affrescati del XIV secolo di Padova – Padova Urbs Picta. Il pubblico sarà accompagnato a conoscere l’opera, immergendosi nella sua storia attraverso l’utilizzo delle più avanzate tecnologie.

A partire dal 9 luglio Kalatà gestirà questo nuovo percorso, definito in sinergia con la Diocesi: l’ingresso al Battistero non avverrà più direttamente da Piazza Duomo ma dall’interno della Cattedrale, entrando nella Sala del Capitolo (sala multimediale di prelettura), curata da NEO (Narrative Environments Operas) per la parte multimediale, e da Professional Show per l’installazione tecnologica. Qui il pubblico potrà vivere un’esperienza immersiva nel contesto artistico degli affreschi di Giusto de’ Menabuoi, grazie a un apposito sistema di illuminazione, realizzato da I-Guzzini, sponsor tecnico del progetto.

Questa valorizzazione rientra nel percorso che ha già visto il restauro dell’intero ciclo pittorico del Battistero, sostenuto dal Mic – Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso.

Dal 9 luglio il nuovo percorso sarà aperto al pubblico con la possibilità di scegliere diverse opzioni di visita:

– visita al Battistero con audioguida, in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo della durata di circa 45 minuti, partendo dalla Sala del Capitolo.

– visita guidata al Battistero e al Museo diocesano, della durata di circa 90 minuti, a partire dal Museo diocesano e dal Palazzo vescovile (30 minuti circa) e a seguire il Battistero; in questo caso la visita sarà condotta, su prenotazione, da una guida qualificata.

Sarà possibile anche la sola visita del Museo diocesano.

Padova: un'innovativa modalità di visita per valorizzare il Battistero e il patrimonio di Domus Opera
Padova: un'innovativa modalità di visita per valorizzare il Battistero e il patrimonio di Domus Opera


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Il MiC celebra il Codice sul Volo di Leonardo a oltre 100 anni dalla sua ricomposizione integrale
Il MiC celebra il Codice sul Volo di Leonardo a oltre 100 anni dalla sua ricomposizione integrale
Il Miracolo degli Impiccati di Raffaello diventa digitale per la prima volta
Il Miracolo degli Impiccati di Raffaello diventa digitale per la prima volta
Prezioso manoscritto miniato del Tre-Quattrocento torna a Saluzzo dopo 600 anni
Prezioso manoscritto miniato del Tre-Quattrocento torna a Saluzzo dopo 600 anni
Fari accesi sul caso della terracotta del '500 rubata in Valdarno nel 1905 e oggi negli USA
Fari accesi sul caso della terracotta del '500 rubata in Valdarno nel 1905 e oggi negli USA
Firenze, alla Galleria dell'Accademia va una preziosa tavola confiscata dopo vendita illegale
Firenze, alla Galleria dell'Accademia va una preziosa tavola confiscata dopo vendita illegale
Astronomo individua data e ora di realizzazione di un famoso dipinto di Vermeer
Astronomo individua data e ora di realizzazione di un famoso dipinto di Vermeer