Artissima si butta sugli NFT: borse da 8.000 artisti a cinque artisti che vorranno crearli


Artissima, in collaborazione con Fondazione per l’Arte CRT, Artshell e LCA Studio Legale, lancia il progetto “Surfing NFT”: saranno erogati cinque contributi da 8.000 euro ad artisti che vorranno produrre un’opera tramite NFT. 

All’edizione 2021 di Artissima (qui tutte le informazioni sulla 28ma edizione) ci sarà grande spazio anche per gli NFT, i Non Fungible Token diventati uno degli argomenti dell’anno nel mondo dell’arte. Dal nuovo dialogo progettuale Beyond Production tra Artissima e Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT nasce infatti il progetto Surfing NFT, realizzato da Artissima in collaborazione con Artshell e LCA Studio Legale. L’idea alla base di Surfing NFT è quella di invitare gli artisti contemporanei presentati dalle gallerie di Artissima a sperimentare la produzione di un’opera tramite i Non Fungible Token e la tecnologia blockchain in un contesto specializzato in cui l’attenzione si concentra sulla qualità dell’opera e non solo sul suo valore di scambio.

L’obiettivo del progetto è quello di offrire un nuovo punto di vista alla concezione contemporanea degli NFT, del loro rapporto con l’arte contemporanea, con la sua filiera e il suo mercato. Sottolineando il ruolo (ritenuto fondamentale) della curatela nella produzione dell’opera, nella selezione degli artisti e nell’accompagnamento alla vendita, Surfing NFT mira a coinvolgere attivamente le gallerie d’arte, considerate soggetto mediatore imprescindibile per lavorare efficacemente con i protagonisti della sperimentazione artistica contemporanea. Grazie al sostegno di Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, Artissima offrirà a cinque artisti e alle rispettive gallerie, selezionati da un comitato curatoriale internazionale attraverso una call, la possibilità di produrre un’opera digitale registrata con NFT su blockchain, e di visualizzarla in una piattaforma dedicata al progetto elaborata ad hoc da Artshell, senza l’obbligo di venderla con il tradizionale processo di scambio in cripto-valute. I cinque artisti scelti riceveranno un budget di produzione di 8.000 euro ciascuno messo a loro disposizione da Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT. In occasione di un evento dedicato organizzato nel mese di febbraio 2022 presso OGR Torino, centro di produzione e sperimentazione culturale tra i più dinamici a livello europeo, le opere saranno presentate sulla piattaforma dedicata e una tra le cinque opere verrà selezionata quale vincitrice dell’OGR Award e sarà acquisita dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT per accrescere la propria Collezione.

Per Surfing NFT, Artshell svilupperà un concept di piattaforma dedicato e personalizzato per la promozione e la vendita di opere d’arte digitali, autenticate tramite NFT, con l’obiettivo di investigare e supportare il mercato nell’utilizzo di queste nuove tecnologie per la produzione artistica contemporanea. Vista la grande sensibilità del mondo dell’arte verso i temi dell’eco sostenibilità (anche perché peraltro gli NFT hanno pesanti costi ambientali), la tecnologia adottata da Artshell per la realizzazione del progetto Surfing NFT ha come caratteristica principale l’utilizzo di nuovi modelli per una migliore sostenibilità energetica e una forte riduzione dell’impatto ambientale. LCA Studio Legale, al fine di garantire la corretta gestione delle opere e la tutela di artisti e collezionisti acquirenti, oltre ad autenticare analogicamente le opere secondo le regole del mercato dell’arte tradizionale, redigerà specifici contratti che regolamenteranno anche i diritti per la fruizione, l’esposizione e la condivisione dei lavori.

“Da vent’anni Fondazione Arte CRT”, spiega Anna Ferrino, Presidente di Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, “mette al centro della propria missione l’arte moderna e contemporanea, impegnandosi in prima linea nel promuovere linguaggi sperimentali e progettualità creative, capaci di incidere nel mondo dell’arte, con importanti ricadute sociali e di mercato. Surfing NFT è la nuova sfida firmata Artissima che la Fondazione intende sostenere, al fine di indagare come la tecnologia digitale influenzi a livello mondiale ogni ambito del vivere contemporaneo, compreso il fare artistico”.

Ma cosa sono di preciso gli NFT? L’espressione “Non Fungible Token” indica un bene digitale criptografico “non fungibile”, cioè unico e non interscambiabile quindi in contrasto con, ad esempio, i bitcoin che sono fungibili e quindi interscambiabili. Gli NFT sono nati per colmare una delle criticità dell’arte digitale, e cioè la riproduzione di massa e la distribuzione non autorizzata su Internet: gli NFT forniscono prove di autenticità e proprietà dell’opera anche quando questa viene duplicata ai fini della sua diffusione. Vivono e vengono fruiti sulla blockchain (una sorta di grande registro di dati digitali) impiegando la stessa tecnologia delle cripto-valute, ma a differenza di queste sono non interscambiabili perché unici. Gli NFT sono inoltre indivisibili, a differenza delle cripto-valute che possono essere frazionate. Questo comporta che la proprietà dell’NFT sia riconducibile ad una sola persona. Nel codice criptato di ciascun NFT compaiono i dati di chi lo possiede e della vendita che ha operato per assicurarselo. Ogni NFT è indistruttibile: la tecnologia della blockchain e gli “smart contract” emessi quando un NFT viene registrato non possono essere replicati o distrutti. Tali tutele risultano di fondamentale importanza per un’opera digitale che, grazie a questo ambiente, si avvicina alla concezione dell’opera fisica e invita gli artisti contemporanei ad approcciarla utilizzando le nuove tecnologie, avvicinandosi a nuovi pubblici e indagando nuove forme di incontro con l’arte attraverso gli strumenti digitali con cui viviamo in simbiosi.

Nella foto, una visitatrice di Artissima nell’edizione 2019. Foto Perottino-Piva-Bottallo

Artissima si butta sugli NFT: borse da 8.000 artisti a cinque artisti che vorranno crearli
Artissima si butta sugli NFT: borse da 8.000 artisti a cinque artisti che vorranno crearli


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER