Caso MudaC Carrara, il Ministero concede proroga sul bando vinto. Il Comune vuole chiarimenti


Il Ministero della Cultura concede una proroga al Comune di Carrara per fare in modo che la città dei marmi non perda il finanziamento da 61mila euro per l’opera Scolpire il vento di Francesco Bartoli. Il Comune però chiede chiarimenti ad artista e referente scientifica.

Il Comune di Carrara è ancora in tempo per accettare il finanziamento da 61.150 euro per la realizzazione dell’opera Scolpire il vento di Francesco Bartoli, opera che ha vinto il bando PAC 2021 del Ministero dei Beni Culturali nell’ambito della produzione di nuove opere d’arte per i musei di arte contemporanea (l’opera di Bartoli andrebbe ad arricchire la raccolta del MudaC - Museo delle Arti Carrara). Il termine di accettazione scadeva però il 4 settembre e il Comune non aveva formalizzato l’accettazione (abbiamo ricostruito la vicenda in questo articolo). Il MiC ha infatti concesso una proroga fino al 30 settembre.

In queste settimane, fa sapere il Comune, il dialogo tra l’amministrazione comunale e il ministero della Cultura è stato costante riguardo al progetto di Francesco Bartoli e alla possibilità di accettare il finanziamento per la sua realizzazione al MudaC.

Da Roma è arrivata in municipio lo scorso martedì la conferma scritta della concessione al Comune di una proroga fino al prossimo 30 settembre per arrivare a una scelta definitiva. L’amministrazione adesso chiede all’artista e la direttrice del MudaC, Laura Barreca (che è referente scientifica del progetto) le informazioni, sugli aspetti economici ed organizzativi, che possano essere utili a prendere una decisione, e che abbiamo ricordato nell’articolo di lunedì.

“Lo scorso 20 settembre – spiegano dall’amministrazione – è arrivata la comunicazione da parte del ministero di una proroga di ulteriori dieci giorni, quindi fino al 30 settembre, per confermare o meno la nostra decisione sull’accettazione del finanziamento. Tramite gli uffici ci siamo così immediatamente messi in contatto con la direttrice Barreca e con lo stesso Bartoli chiedendo loro di fornirci alcuni dettagli riguardo il progetto. Si tratta di tutti aspetti che non riguardano il contenuto dell’opera, bensì la sfera economica e organizzativa. Nello specifico all’artista e alla direttrice del museo abbiamo posto quattro domande: quali istituzioni sono coinvolte nel progetto artistico? Quali ruoli e quali funzioni hanno i soggetti e le istituzioni coinvolte? Come verranno ripartite nel dettaglio le risorse in denaro stanziate dal Ministero? Nel caso della realizzazione di un processo partecipativo, in che modo, con quali oneri e con quali tempistiche il Comune sarà coinvolto? Adesso aspettiamo di conoscere, in tempo utile per poter rispondere al Ministero, le risposte di Barreca e Bartoli, nella speranza, in questo modo, di poter ottenere tutti i chiarimenti necessari ad accogliere favorevolmente il progetto, dando così il via alla sua realizzazione”.

Caso MudaC Carrara, il Ministero concede proroga sul bando vinto. Il Comune vuole chiarimenti
Caso MudaC Carrara, il Ministero concede proroga sul bando vinto. Il Comune vuole chiarimenti


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE