La materia si fa meraviglia: quattro personali al Gaggenau di Roma e Milano


Quattro personali di altrettanti artisti si susseguiranno per tutto il 2022, a partire dal 4 aprile, negli spazi Gaggenau DesignElementi di Roma e Milano nell’ambito del progetto Materiabilia. Mostre in cui la materia si fa meraviglia. 

Ha preso il via il 4 aprile 2022 con l’apertura al pubblico a Milano della mostra personale di Paola Pezzi dal titolo Passaggi di stato il nuovo ciclo artistico promosso da Cramum e Gaggenau. Nel corso dell’anno si susseguiranno infatti quattro mostre personali di altrettanti artisti “maestri” della materia, quali Paola Pezzi, Flora Deborah, Stefano Cescon e Giulia Manfredi, che saranno allestite negli spazi Gaggenau DesignElementi di Roma e Milano; queste costituiranno il progetto Materabilia diretto da Sabino Maria Frassà.

Le quattro personali di Materiabilia racconteranno  la materia che si fa meraviglia attraverso il genio umano: se la natura è straordinaria, la capacità dell’essere umano di plasmare la materia ci avvicina a tale perfezione. Solo l’arte è in grado di permetterci di riconoscere l’inafferrabile Ordine solo apparentemente perso. Oggi più che mai l’arte ci permette di sognare, trasformando la realtà che ci circonda in meraviglia.

La pandemia ha reso evidente il profondo bisogno di materia e realtà: “dopo anni di frustrazione e limitazioni anche fisiche”, spiega il curatore Frassà, “ai bitcoin e ai social fa sempre più da contraltare un bisogno di vedere, fare e toccare. L’essere umano è tornato a volere concretezza e realtà, anche quando sogna: affamati di presente e carichi di paure sul domani, cerchiamo di vivere ogni giorno il sogno, piuttosto che limitarci a pensarlo e progettarlo. Il nostro sguardo ricerca nella meraviglia per la realtà che ci circonda la speranza e la forza per andare avanti. Capiamo quindi il perché del successo dell’arte contemporanea nella nostra società: l’arte è materia che riflette sulla materia, riuscendo a dare forma e concretezza al pensiero umano... alle sue angosce, alle sue paure, ma anche alle sue gioie e alle sue speranze. Nel gesto artistico, capace di rappresentare una realtà diversa, l’essere umano ritrova il coraggio di ripensare il futuro al di là del presente contingente. Capace di sintesi come solo un’immagine può esserlo, empatica e mai banale nella sua complessità, l’arte contemporanea è oggi la materia del futuro”.

A determinare la qualità dell’opera d’arte non è tuttavia la preziosità della materia, bensì la capacità dell’artista di vedere il futuro dando forma a qualsiasi sostanza. I quattro artisti protagonisti di Materiabilia mostreranno quindi, con materiali comuni, immaginifici futuri… dietro l’angolo. Un messaggio di responsabilità e possibilità di ripensare, con ciò che abbiamo, un futuro migliore. Il ciclo vedrà protagonista a Roma il lessico familiare fatto di semi e cioccolato di Flora Deborah; a Milano saranno invece in mostra le spirali di materia di Paola Pezzi e i quadri di cera e paraffina di Stefano Cescon; infine, il viaggio si concluderà a Roma con le sculture naturali di Giulia Manfredi.

Immagine: Dalla personale di Paola Pezzi, Passaggi di stato. Foto di Francesca Piovesan.

La materia si fa meraviglia: quattro personali al Gaggenau di Roma e Milano
La materia si fa meraviglia: quattro personali al Gaggenau di Roma e Milano


La consultazione di questo articolo è e rimarrà sempre gratuita. Se ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Italian Council 10, ecco tutti gli 11 vincitori
Italian Council 10, ecco tutti gli 11 vincitori
Disponibile da oggi la guida gratis ai luoghi dell'arte contemporanea in Toscana
Disponibile da oggi la guida gratis ai luoghi dell'arte contemporanea in Toscana
Due chimici fiorentini inventano un gel per restaurare opere di street art rovinate da vandali
Due chimici fiorentini inventano un gel per restaurare opere di street art rovinate da vandali
Milano, terminato il murale di Rosk che riflette sull'esigenza di eliminare le distanze
Milano, terminato il murale di Rosk che riflette sull'esigenza di eliminare le distanze
Biennale di Venezia, Eugenio Viola è il curatore del prossimo Padiglione Italia
Biennale di Venezia, Eugenio Viola è il curatore del prossimo Padiglione Italia
Art Rights Prize: i premi e la giuria del primo premio digitale rivolto agli artisti
Art Rights Prize: i premi e la giuria del primo premio digitale rivolto agli artisti